LEGGE 16 maggio 1970, n. 281

Provvedimenti finanziari per l'attuazione delle Regioni a statuto ordinario.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/08/2014)
Testo in vigore dal: 3-10-1991
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.
                 (Tassa automobilistica regionale).

  1.  La  tassa  automobilistica  regionale  si applica ai veicoli ed
autoscafi  soggetti  alla corrispondente tassa erariale immatricolati
nelle  province  delle  regioni a statuto ordinario, nonche' a quelli
per   i  quali  non  occorre  il  documento  di  circolazione  e  che
appartengono a persone residenti nelle regioni stesse.
  2.  Ogni  anno  le  regioni  a  statuto  ordinario, con effetto dai
pagamenti  da  eseguire dal 1 gennaio successivo e relativi a periodi
fissi  successivi  a tale data, possono determinare l'ammontare della
tassa  in  misura  non  inferiore  a quello determinato per l'anno in
corso  e  non  eccedente  il 110 per cento dell'ammontare complessivo
della  corrispondente  tassa  erariale determinata dallo Stato per lo
stesso anno. ((7))
  3.  La  tassa automobilistica regionale e' disciplinata, per quanto
non  disposto  dalla  presente  legge,  dalle  norme  che regolano la
corrispondente  tassa  erariale ed e' applicata contestualmente e con
le  medesime modalita' stabilite per la riscossione della stessa. Per
il  mancato  o  insufficiente  pagamento  della tassa automobilistica
regionale e per l'inosservanza di ogni altra disposizione concernente
la  stessa,  si  applicano  le  medesime  sanzioni  previste  per  la
corrispondente   tassa   erariale.   Tali   sanzioni   vanno  versate
contestualmente  a  quelle erariali presso gli stessi uffici e con le
medesime modalita'.
  4.  La  rinnovazione  dell'immatricolazione  di  un veicolo o di un
autoscafo  in  una  provincia  compresa nel territorio di una regione
diversa da quella nel cui ambito era precedentemente iscritto non da'
luogo  alla applicazione di una ulteriore tassa per il periodo per il
quale  la  tassa  regionale  automobilistica  sia stata gia' riscossa
dalla regione di provenienza. (3)
---------------
AGGIORNAMENTO (3)
  Il  D.L.  28  dicembre  1989,  n. 415, convertito con modificazioni
dalla  L.  28 febbraio 1990, n. 38, ha disposto (con l'art. 23, comma
1)  che  "Con decorrenza dal 1° gennaio 1990, nelle regioni a statuto
ordinario  la  misura  della tassa regionale prevista dall'articolo 4
della  legge  16 maggio 1970, n. 281, e' aumentata di un importo pari
al 45 per cento della tassa erariale vigente al 1° gennaio 1990".
---------------
AGGIORNAMENTO (7)
  Il  D.L. 1°ottobre 1991, n. 307, convertito con modificazioni dalla
L.  29 novembre 1991, n. 377, ha disposto (con l'art. 2, comma 1) che
"Il termine, previsto dall'articolo 4, comma 2, della legge 16 maggio
1970,   n.  281,  come  modificato  dall'articolo  4,  comma  3,  del
decreto-legge 31 ottobre 1990, n. 310, convertito, con modificazioni,
dalla  legge 22 dicembre 1990, n. 403, per la determinazione da parte
delle   regioni   a  statuto  ordinario  dell'ammontare  della  tassa
automobilistica regionale, e' fissato al 31 ottobre di ciascun anno".