LEGGE 28 febbraio 1967, n. 131

Disposizioni sull'assicurazione e sul finanziamento dei crediti inerenti alle esportazioni di merci e servizi, all'esecuzione di lavori all'estero nonche' all'assistenza ai Paesi in via di sviluppo.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/05/1977)
Testo in vigore dal: 11-6-1977
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 24.

  Alla   gestione   tenuta,  per  conto  dello  Stato,  dall'Istituto
nazionale   delle   assicurazioni   sovraintende  un  Comitato  cosi'
composto:
    un rappresentante del Ministero degli affari esteri;
    un rappresentante del Ministero del bilancio;
    un  rappresentante del Ministero del tesoro - Ragioneria generale
dello Stato;
    un  rappresentante  del Ministero del tesoro - Direzione generale
del Tesoro;
    un  rappresentante  del Ministero dell'industria, del commercio e
dell'artigianato - Direzione generale della produzione industriale;
    un  rappresentante  del Ministero dell'industria, del commercio e
dell'artigianato - Ispettorato delle assicurazioni private;
    un  rappresentante  del  Ministero  del  commercio con l'estero -
Direzione generale degli accordi commerciali;
    un  rappresentante  del  Ministero  del  commercio con l'estero -
Direzione generale delle valute;
    un  rappresentante  del  Ministero  del  commercio con l'estero -
Direzione generale per lo sviluppo degli scambi;
    un rappresentante del Ministero delle partecipazioni statali;
    un rappresentante della Corte dei conti;
    un rappresentante dell'Ufficio italiano dei cambi;
    un   rappresentante  dell'Istituto  nazionale  per  il  commercio
estero;
   un rappresentante dell'Istituto nazionale delle assicurazioni;
    un rappresentante del Mediocredito centrale.
  Possono  essere  nominati sostituti per i componenti del Comitato e
chiamati   a   partecipare  ai  lavori  dello  stesso,  con  funzioni
consultive,   un   rappresentante   della   Confederazione   generale
dell'industria,  un  rappresentante della Confederazione generale del
commercio   ed   altre  persone  esperte  nelle  singole  materie  di
discussione.
  Il  Comitato  e' nominato con decreto del Ministro per il commercio
con  l'estero,  di concerto con i Ministri per gli affari esteri, per
il tesoro e per l'industria, il commercio e l'artigianato.
  Con   le   stesse   norme   sono   nominati  il  presidente  ed  il
vice-presidente del Comitato.
  Il Comitato ha il compito di provvedere:
    a) alla determinazione delle condizioni di assicurazione;
    b) all'accettazione dei rischi di cui agli articoli e 7;
    c)   alla  dichiarazione  del  sinistro  ed  alla  determinazione
dell'importo dell'indennizzo;
    nonche' a quanto risulti utile al buon andamento della gestione.
  Al fine di garantire il necessario coordinamento, il piano generale
di  utilizzo delle disponibilita' finanziarie, previsto dall'articolo
4  della  legge  30 aprile 1962 n. 265, dovra' essere predisposto dal
Mediocredito  centrale  entro  il  30  ottobre  di  ogni  anno per il
successivo  anno  finanziario, e sara' approvato, entro il successivo
30  novembre, con decreto del Ministro per il tesoro, di concerto con
il  Ministro  per  il  commercio  con  l'estero  sentiti  il Comitato
interministeriale per il credito ed il risparmio e il Comitato di cui
al presente articolo.
  Il   Comitato   puo'   esaminare   i  requisiti  di  ammissibilita'
all'assicurazione di operazioni per le quali il relativo contratto di
fornitura  non sia stato ancora stipulato e concedere una promessa di
garanzia.
  Il  Comitato  puo'  concedere  una garanzia o promessa di garanzia,
mediante  emissione  di  polizza  globale  di  assicurazione  per  il
complesso  degli affari che le imprese esportatrici realizzino su uno
o piu' mercati esteri.
  Il  Comitato  puo'  affidare  ad  un  sottocomitato, costituito nel
proprio  seno  e  presieduto dal vice-presidente, l'esame preliminare
degli  argomenti  di  sua  spettanza  e,  in  via  temporanea  o  per
specifiche  questioni,  puo'  demandare  allo stesso sottocomitato la
relativa delibera.
  Il   Comitato  puo'  affidare,  altresi',  ad  un  apposito  gruppo
l'accertamento della conformita' alle sue deliberazioni delle polizze
emesse dall'ente gestore.
  Nei  casi  in cui sia necessario adottare una procedura di urgenza,
all'assunzione  dei  rischi  prevista  alla lettera b) del precedente
quinto   comma,   il   Comitato   potra'  provvedere  in  adunanza  a
composizione ridotta, convocata dal presidente o dal vice-presidente,
alla  quale  partecipino  i rappresentanti dei Ministeri nominati nel
penultimo comma del presente articolo.
  Con  la  stessa  procedura  di  urgenza, potranno essere decise dal
Comitato  in  composizione  ridotta  questioni riguardanti operazioni
soggette alla procedura di consultazione preventiva tra gli organismi
assicuratori  della Comunita' economica europea o tra altri organismi
internazionali.
  Le  adunanze  del  Comitato  sono  valide  quando  sia  presente la
maggioranza  dei  componenti  in  carica  del  Comitato stesso, siano
effettivi  o sostituti, purche' di tale maggioranza facciano parte il
presidente o il vicepresidente, un rappresentante del Ministero degli
affari  esteri,  un  rappresentante  del  Ministero  del  tesoro,  un
rappresentante   del   Ministero   dell'industria,  del  commercio  e
dell'artigianato  e un rappresentante del Ministero del commercio con
l'estero o i rispettivi sostituti.
  Le  deliberazioni di cui ai commi precedenti, divenute esecutive ai
termini dell'articolo 25, sono definitive. ((1))
---------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La  L.  24 maggio 1977, n. 227 ha disposto (con l'art. 38, comma 2)
che  trascorsi  sessanta  giorni dall'insediamento degli organi della
sezione,  di  cui  all'articolo  5 della stessa legge, e' abrogata la
presente legge.