LEGGE 4 aprile 1964, n. 171

Modificazioni al regio decreto-legge 26 settembre 1930, n. 1458 sulla disciplina della vendita delle carni fresche o congelate.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2004)
Testo in vigore dal: 20-3-1977
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.

  ((I  locali  destinati  alla vendita di carni debbono essere dotati
dei  requisiti  e  delle  attrezzature previste dalle norme vigenti e
recare  insegne  o  tabelle,  esterne  ed  interne, ben visibili, che
indichino  le  specie  degli  animali,  le cui carni vengono poste in
vendita con espressa specificazione del loro stato di carni fresche ,
congelate o scongelate.
  Le  carni  congelate  o scongelate debbono essere vendute in banchi
separati o in banchi muniti di parete divisoria igienicamente idonea,
con apposito settore attrezzato in modo tale da garantire la perfetta
conservazione delle carni medesime.
  Le  carni  esposte  al pubblico debbono, inoltre, recare cartellini
con  indicazioni  ben visibili, idonee ad identificare la specie e lo
stato  di  fresca  ,  congelata  o  scongelata  della  carne posta in
vendita.
  Il  ricongelamento  e' consentito solo nei casi e nei modi previsti
dal regolamento, e comunque una sola volta)).