LEGGE 25 novembre 1962, n. 1684

Provvedimenti per l'edilizia, con particolari prescrizioni per le zone sismiche.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/12/1964)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 22-12-1962
                               Art. 2.
                       Norme tecniche generali

  Le  norme  di  cui  agli  articoli  3 e 4 della presente legge sono
applicabili in tutti i Comuni del territorio della Repubblica.
  Per  i Comuni, o loro parti, soggetti ad intensi movimenti sismici,
si  applicano, altresi', le norme tecniche contenute negli articoli 3
e  seguenti.  Tali  Comuni, in in relazione al grado di sismicita' ed
alla  costituzione geologica, sono distinti in due categorie indicate
nell'elenco allegato alla presente legge.
  L'inclusione,  l'esclusione, ovvero il passaggio di categoria di un
Comune  o di una frazione dello stesso, sono disposti con decreto del
Ministro  per  i  lavori  pubblici,  di  concerto con il Ministro per
l'interno, sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici.
  Alla  disciplina  stabilita dal secondo comma del presente articolo
sono,  inoltre,  soggetti  i  Comuni,  o  loro frazioni, indicati nei
decreti  previsti  dall'articolo  1 della legge recante provvedimenti
per  la ricostruzione e la rinascita delle zone colpite dal terremoto
dell'agosto 1962.
  Qualora  le  opere  indicate  nel terzo comma dell'articolo 1 della
presente  legge siano da eseguire in localita' dichiarate sismiche di
prima  e  seconda  categoria,  le norme sono integrate da particolari
prescrizioni  tecniche  da  impartirsi  caso  per  caso dal Consiglio
superiore dei lavori pubblici.
  In tutti i Comuni, frazioni e loro parti, anche se non riconosciuti
sismici, nei quali sia intervenuto o intervenga lo Stato per opere di
consolidamento  di  abitati,  nessuna  opera e nessun lavoro potranno
essere  eseguiti  senza la preventiva autorizzazione dell'Ufficio del
genio civile.