LEGGE 10 ottobre 1962, n. 1549

Integrazioni e modificazioni della legge 24 agosto 1941, n. 1044, per la costruzione del canale navigabile Milano-Cremona-Po.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/06/1990)
Testo in vigore dal: 4-6-1990
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9.
               (Termini di effettuazione delle opere)

  I  termini  per  l'attuazione  dei  piani e per la realizzazione di
tutte le opere, previste dalla presente legge e dalla legge 24 agosto
1941,   n.   1044,  nonche'  i  termini  per  le  relative  procedure
espropriative, sono fissati al 31 dicembre 1972.
  Alla  stessa  data  sono  prorogati  i termini di cui alla legge 10
marzo 1955, n. 102. (2) (2a) (3) (4) (5) (6) ((7))
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  La  L.  23 dicembre 1972, n. 906 ha disposto (con l'articolo unico)
che  "Tutti i termini previsti dall'articolo 9 della legge 10 ottobre
1962, n. 1549, sono prorogati fino al 31 dicembre 1977."
---------------
AGGIORNAMENTO (2a)
  La  L.  28  aprile 1976, n. 237 ha disposto (con l'art. 5, comma 1)
che   "I   termini   per  il  completamento  dei  lavori  del  canale
Milano-Cremona-Po, di cui all'articolo 9 della legge 10 ottobre 1962,
n. 1549, sono prorogati al 31 dicembre 1982."
---------------
AGGIORNAMENTO (3)
  La  L.  27 dicembre 1977, n. 989 ha disposto (con l'articolo unico)
che   "I  termini  per  l'attuazione  dei  piani  e  delle  procedure
espropriative  di  cui all'articolo 9 della legge 10 ottobre 1962, n.
1549,  gia'  prorogati  con  la  legge 23 dicembre 1972, n. 906, sono
ulteriormente prorogati al 31 dicembre 1982."
---------------
AGGIORNAMENTO (4)
  La  L.  10 marzo 1983, n. 74 ha disposto (con l'articolo unico) che
"I termini per l'attuazione dei piani e per la realizzazione di tutte
le  opere  previsti  dall'articolo  9 della legge 10 ottobre 1962, n.
1549, gia' prorogati con le leggi 23 dicembre 1972, n. 906, 28 aprile
1976,  n.  237  e  27 dicembre 1977, n. 989, nonche' i termini per le
relative  procedure espropriative, sono ulteriormente prorogati al 31
dicembre 1985, con decorrenza dal 1 gennaio 1983."
---------------
AGGIORNAMENTO (5)
  Il  D.L.  30  dicembre  1985, n. 791 convertito, con modificazioni,
dalla L. 28 febbraio 1986, n. 46, ha disposto (con l'art. 1, comma 5)
che  "I  termini per l'attuazione dei piani e per la realizzazione di
tutte  le opere previste dall'articolo 9 della legge 10 ottobre 1962,
n.  1549,  gia'  prorogati  con le leggi 23 dicembre 1972, n. 906, 28
aprile  1976,  n.  237, 27 dicembre 1977, n. 989, e 10 marzo 1983, n.
74,  nonche'  i termini per le relative procedure espropriative, sono
ulteriormente prorogati al 31 dicembre 1986."
---------------
AGGIORNAMENTO (6)
  Il  D.L.  3  gennaio  1987,  n. 1, convertito, senza modificazioni,
dalla L. 6 marzo 1987, n. 64, ha disposto (con l'art. 1, comma 1) che
"I  termini  per  l'attuazione  dei  piani, e per la realizzazione di
tutte  le opere previste dall'articolo 9 della legge 10 ottobre 1962,
n. 1549, gia' prorogati da ultimo con decreto-legge 30 dicembre 1985,
n.  791, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1986,
n.  46,  nonche'  i  termini per le relative procedure espropriative,
sono ulteriormente prorogati al 31 dicembre 1989."
---------------
AGGIORNAMENTO (7)
  Il  D.L.  3  gennaio  1987,  n. 1, convertito, senza modificazioni,
dalla  L.  6  marzo  1987,  n. 64, come modificato dalla L. 31 maggio
1990,  n. 128 ha disposto (con l'art. 1, comma 1) che "il termine del
31  dicembre  1989 fissato dal presente articolo per il proseguimento
dell'attivita'   del   consorzio  del  canale  Milano-Cremona-Po,  e'
ulteriormente prorogato al 31 dicembre 1991."
  La  stessa  L.  ha  disposto  (con  l'art.  29,  comma  1)  che "Le
disposizioni  della  presente  legge hanno effetto a decorrere dal 1°
gennaio 1990".