LEGGE 7 febbraio 1958, n. 88

Provvedimenti per l'educazione fisica.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/05/1990)
Testo in vigore dal: 21-3-1958
                              Art. 28.

  L'ente  o gli enti morali promotori dell'istituzione di un istituto
superiore  pareggiato  di  educazione  fisica  debbono  rassegnare al
Ministero  per la pubblica istruzione lo schema del relativo statuto,
allegando  una  motivata relazione, un documentato piano finanziario,
nonche'  la  dimostrazione del possesso dei mezzi tecnici e didattici
necessari al raggiungimento dei fini propri degli Istituti.
  Il  Ministro,  accertato  che  lo schema nel suo complesso risponda
all'interesse  generale  degli  studi e, in particolare, che il piano
finanziario  ed  i  mezzi  didattici  e scientifici siano adeguati al
raggiungimento dei fini prefissi, udito il parere della prima sezione
del  Consiglio superiore della pubblica istruzione, potra' accogliere
la richiesta di pareggiamento.
  Il  provvedimento  sara'  emanato, osservando le norme dell'art. 17
del  testo unico delle leggi sull'istruzione superiore, approvato con
regio  decreto  31  agosto 1933, n. 1592, che valgono altresi' per le
eventuali modificazioni da apportarsi agli statuti.
  Il pareggiamento non puo' avere per effetto alcun onere finanziario
a carico dello Stato.