LEGGE 25 aprile 1957, n. 283

Disposizioni sul trattamento di quiescenza della Magistratura, dei magistrati del Consiglio di Stato, della Corte dei conti, della Giustizia militare e degli avvocati e procuratori dello Stato.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/06/2002)
Testo in vigore dal: 24-5-1957
al: 9-12-2000
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.

  La tassa prevista nell'art. 7, comma primo, della legge 21 dicembre
1950,  n.  1018,  per  il  ricorso  straordinario al Presidente della
Repubblica  e  per  il ricorso principale e la domanda incidentale di
sospensione ai Consiglio di Stato e' stabilita in lire 3000.