LEGGE 6 marzo 1957, n. 68

Proroga dell'autorizzazione al Governo di sospendere o ridurre i dazi doganali prevista dalla legge 24 dicembre 1949, n. 993, prorogata e modificata con le leggi 7 dicembre 1952, n. 1846, e 3 novembre 1954, n. 1077.

Testo in vigore dal: 2-4-1957
    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.

  La  disposizione  dell'art. 2, primo comma, della legge 24 dicembre
1949,  n.  993,  che  autorizza  il Governo a sospendere i dazi della
vigente  tariffa  doganale  o  ad  applicarli  in  misura ridotta, e'
prorogata   a   tutto  il  31  dicembre  1958  per  i  fini  previsti
nell'articolo medesimo.
  Il  Governo  e'  inoltre  autorizzato,  fino  alla  stessa data, ad
apportare alle disposizioni preliminari, alle voci ed alle note della
vigente  tariffa  le aggiunte, le modificazioni e le soppressioni che
si rendessero necessarie:
    a)  per  agevolarne  l'inquadramento  nella nomenclatura prevista
dalla  Convenzione firmata dall'Italia a Bruxelles l'11 gennaio 1950,
ratificata e resa esecutiva con legge 31 ottobre 1952, n. 1976;
    b)  per  rendere definitive norme temporanee emanate per la prima
applicazione della nuova tariffa;
    c)  per  una migliore formulazione tecnica del loro testo, per la
loro   armonizzazione   con   le   disposizioni  concernenti  tributi
applicabili  sulle  merci  importate, in aggiunta ai dazi di confine,
nonche'  per il loro adeguamento con gli accordi internazionali e con
le esigenze dei traffici commerciali.
  Le   modificazioni,  le  aggiunte  e  le  soppressioni  di  cui  al
precedente comma non potranno determinare l'applicazione di dazi piu'
elevati  di  quelli  previsti  dalla  tariffa  generale  per le merci
comprese nelle voci o considerate nelle disposizioni o nelle note che
ne saranno oggetto.