LEGGE 10 febbraio 1953, n. 62

Costituzione e funzionamento degli organi regionali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/06/2017)
Testo in vigore dal: 18-3-1953
                              Art. 55.
                (Controllo sugli atti delle Province)

  E'  istituito  nel  capoluogo  di  ogni  Regione un Comitato per il
controllo  sulle  province.  Il  Comitato  e' nominato dal Presidente
della   Giunta  regionale  e  dura  in  carica  quanto  il  Consiglio
regionale.
  Esso e' costituito:
    a) di tre esperti nelle discipline amministrative, iscritti nelle
liste  elettorali  di  un comune della Regione, relative ai cittadini
chiamati  ad  eleggere  la  Camera dei deputati, eletti dal Consiglio
regionale;
    b) di un membro nominato dal Commissario del Governo;
    c) di un giudice del tribunale amministrativo regionale designato
dal presidente del tribunale stesso.
  Con   la  stessa  deliberazione  vengono  nominati  quattro  membri
supplenti   nelle   persone   di   due   esperti   nelle   discipline
amministrative,  iscritti  nelle  liste elettorali di un comune della
Regione,  relative  ai  cittadini  chiamati ad eleggere la Camera dei
deputati,  eletti  dal  Consiglio  regionale,  di un membro supplente
nominate del Commissario del Governo e di altro giudice del tribunale
amministrativo  designato  dal  presidente  del  tribunale  stesso. I
supplenti  intervengono  alle  sedute  in  caso  di  impedimento  dei
rispettivi membri effettivi.
  Il  presidente  e'  eletto  dal  Comitato  tra i membri di cui alla
lettera a).
  Funge  da  segretario  un  funzionario  della Regione designato dal
Presidente della Giunta regionale.
  Per   l'elezione  degli  esperti  nelle  discipline  amministrative
ciascun  consigliere regionale vota per due membri effettivi e per un
membro  supplente. Rimangono eletti i tre effettivi e i due supplenti
che ottengono il maggior numero di voti.
  Per  la  validita'  delle  deliberazioni  del  Comitato si richiede
l'intervento di almeno quattro commissari. In caso di parita' prevale
il voto del presidente.