LEGGE 10 aprile 1951, n. 287

Riordinamento dei giudizi di Assise.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/02/2014)
Testo in vigore dal: 25-10-1989
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 30.
                           (((Giuramento).

  1.  Nell'assumere servizio i giudici popolari effettivi e i giudici
popolari  aggiunti  prestano  giuramento secondo la seguente formula:
Con  la  ferma  volonta'  di compiere da persona d'onore tutto il mio
dovere,   cosciente   della   suprema   importanza  morale  e  civile
dell'ufficio che la legge mi affida, giuro di ascoltare con diligenza
e  di  esaminare  con  serenita'  prove e ragioni dell'accusa e della
difesa,  di  formare  il  mio  intimo  convincimento  giudicando  con
rettitudine  e imparzialita', e di tenere lontano dall'animo mio ogni
sentimento  di  avversione  e di favore, affinche' la sentenza riesca
quale  la  societa'  deve  attenderla:  affermazione  di verita' e di
giustizia. Giuro altresi' di conservare il segreto.
  2.  Dell'avvenuta  prestazione del giuramento e' compilato processo
verbale sottoscritto dal presidente e dal pubblico ufficiale addetto.
I  verbali di giuramento sono conservati agli atti della sessione cui
si  riferiscono  e  del prestato giuramento si fa menzione, a pena di
nullita',  nel  verbale  di  dibattimento  di  ciascuna  causa  della
sessione)).