LEGGE 10 aprile 1951, n. 287

Riordinamento dei giudizi di Assise.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/02/2014)
Testo in vigore dal: 28-2-2014
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 23. 
      (Procedimento per la formazione delle liste generali dei 
giudici popolari). 
 
  Le liste generali dei giudici popolari per le Corti di assise e per
le Corti di assise di  appello  sono  formate  con  l'intervento  del
pubblico ministero e del presidente del Consiglio  dell'Ordine  degli
avvocati o di  un  suo  delegato,  e  l'assistenza  del  cancelliere,
imbussolando, in pubblica udienza, in  un'urna  tanti  numeri  quanti
sono i numeri corrispondenti ai nominativi  compresi  nei  rispettivi
albi definitivi dei giudici popolari assegnati a  ciascuna  Corte  di
assise o  a  ciascuna  Corte  di  assise  di  appello,  e  procedendo
all'estrazione fino a raggiungere  il  numero  dei  giudici  popolari
prescritto. Il nominativo corrispondente al numero sorteggiato  va  a
formare la lista  generale,  rispettivamente  degli  uomini  e  delle
donne. Tutti gli iscritti nelle liste generali dei  giudici  popolari
sono destinati a prestare servizio nel biennio successivo. 
  Per la  formazione  delle  liste  dei  giudici  popolari  supplenti
vengono imbussolati i numeri corrispondenti agli iscritti negli  albi
definitivi aventi la residenza nel Comune per cui occorre formare  la
lista e poi si procede alla estrazione fino a raggiungere  il  numero
dei giudici popolari ordinari prescritto tenendo  separate  le  liste
degli uomini e quelle delle donne. 
  Ai fini della formazione delle liste separate dei giudici popolari,
uomini e donne, di cui ai due precedenti comma, allorche'  una  delle
due  liste  viene  completata,  le  estrazioni  proseguono  fino   al
completamento dell'altra, senza tener conto dei nominativi di  coloro
che vengono sorteggiati in eccedenza alla lista gia' formata. 
                                                               ((17)) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (17) 
  Il D.Lgs. 19 febbraio 2014, n. 14 ha disposto (con l'art. 4,  comma
1)  che  "Le  liste  dei  giudici  popolari  gia'  formate  a   norma
dell'articolo 23 della legge 10 aprile 1951, n.  287  si  considerano
idonee per  la  costituzione  delle  Corti  d'assise  e  delle  Corti
d'assise d'appello interessate dalla nuova organizzazione giudiziaria
di cui al decreto legislativo 7 settembre 2012, n. 155,  fino  a  sei
mesi dopo l'entrata in vigore del presente decreto".