LEGGE 17 agosto 1942, n. 1150

Legge urbanistica. (042U1150)

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
Testo in vigore dal: 1-1-2002
aggiornamenti all'articolo
                         Art. 41-quinquies. 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  Nei Comuni dotati di piano regolatore generale o  di  programma  di
fabbricazione, nelle zone in cui  siano  consentite  costruzioni  per
volumi superiori  a  tre  metri  cubi  per  metro  quadrato  di  area
edificabile, ovvero siano consentite altezze superiori  a  metri  25,
non possono essere realizzati edifici con volumi ed altezze superiori
a  detti  limiti,  se  non  previa  approvazione  di  apposito  piano
particolareggiato o lottizzazione convenzionata  estesi  alla  intera
zona e contenenti  la  disposizione  planivolumetrica  degli  edifici
previsti nella zona stessa. 
 
  ((COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 6 GIUGNO 2001, N. 380)). ((15)) 
 
  In tutti i Comuni, ai fini  della  formazione  di  nuovi  strumenti
urbanistici o della revisione di  quelli  esistenti,  debbono  essere
osservati limiti inderogabili di densita' edilizia,  di  altezza,  di
distanza  tra  i  fabbricati,  nonche'  rapporti  massimi  tra  spazi
destinati  agli  insediamenti  residenziali  e  produttivi  e   spazi
pubblici o riservati alle attivita' collettive, a verde, pubblico o a
parcheggi. 
 
  I limiti e i rapporti previsti dal precedente comma  sono  definiti
per zone territoriali omogenee, con decreto del Ministro per i lavori
pubblici di concerto con quello per l'interno, sentito  il  Consiglio
superiore dei lavori pubblici. In sede di  prima  applicazione  della
presente  legge,  tale  decreto  viene   emanato   entro   sei   mesi
dall'entrata in vigore della medesima. 
                                                                  (6) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  La L. 6 agosto 1967, n. 765, ha disposto (con l'art. 22,  comma  2)
che quando nel presente articolo si fa riferimento alla  "entrata  in
vigore della presente legge",  il  riferimento  medesimo  si  intende
fatto al 1° settembre 1967. 
------------ 
AGGIORNAMENTO (15) 
  Il D.P.R. 6 giugno 2001,  n.  380,  come  modificato  dal  D.L.  23
novembre 2001, n. 411,  convertito  con  modificazioni  dalla  L.  31
dicembre 2001, n. 463, ha disposto  (con  l'art.  138,  comma  1)  la
proroga dell'entrata in vigore dell'abrogazione dei commi  1,  2,  3,
4,5 e 7 del presente articolo dal 1 gennaio 2002 al 30 giugno 2002. 
  Il D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, come modificato dal D.L. 20 giugno
2002, n. 122 , convertito con modificazioni dalla L. 1  agosto  2002,
n. 185 ha disposto (con l'art. 138, comma 1) la proroga  dell'entrata
in vigore dell'abrogazione deo commi 1, 2, 3, 4, 5 e 7  del  presente
articolo dal 30 giugno 2002 al 30 giugno 2003.