LEGGE 16 febbraio 1913, n. 89

Ordinamento del notariato e degli archivi notarili. (013U0089)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 22/03/1913 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/07/2018)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 3-8-2010
aggiornamenti all'articolo
 
                              Art. 142. 
 
  1. E' punito con la destituzione: 
 
    a) il notaio che continua nell'esercizio delle funzioni  notarili
durante la sospensione o  durante  l'interdizione  temporanea,  fatta
salva l'ipotesi prevista dall'articolo 137, comma 3; 
 
    b)  il  notaio  che  e'  recidivo  nelle   contravvenzioni   alle
disposizioni indicate nell'articolo 27 o nell'articolo 138, comma  1,
lettere b), c), d), ((o nell'articolo 52-bis, comma 2,))  ovvero  che
e' una seconda volta recidivo nelle contravvenzioni alle disposizioni
indicate nell'articolo 26 o nell'articolo 51, secondo  comma,  numeri
1°, 8°, 11° e 12°; 
 
    c) il notaio che abbandona  la  sede  in  occasione  di  malattie
epidemiche o contagiose; 
 
    d) il notaio che dolosamente non ha conservato i repertori o  gli
atti da  lui  ricevuti  o  presso  di  lui  depositati,  fatta  salva
l'applicazione della legge penale. 
 
                                                                 (65) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (50) 
  La Corte Costituzionale con sentenza del 31 gennaio  -  2  febbraio
1990 n.  40  (in  G.U.  1ª  s.s.  07/02/1990,  n.  6)  ha  dichiarato
"l'illegittimita' costituzionale dell'art. 142, ultimo  comma,  della
legge  notarile  predetta,  nella  parte  in  cui  prevede  che   "e'
destituito di diritto" il notaio che ha riportato  condanna  per  uno
dei reati indicati nell'art. 5 n.  3  della  legge  stessa,  anziche'
riservare ogni provvedimento al  procedimento  disciplinare  camerale
del Tribunale civile, come per le altre cause enunciate nello  stesso
art. 142". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (65) 
  Il D.Lgs. 1 agosto 2006, n. 249 ha diposto (con l'art. 54, comma 2)
che "Per i fatti commessi  anteriormente  alla  data  di  entrata  in
vigore delle disposizioni di cui all'articolo 55, comma 1, continuano
ad applicarsi, se piu' favorevoli, le norme modificate dagli articoli
20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 29, 30, 47, 50 e 51".