LEGGE 16 febbraio 1913, n. 89

Ordinamento del notariato e degli archivi notarili. (013U0089)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 22/03/1913 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/07/2018)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 4-7-1998
aggiornamenti all'articolo
 
                              Art. 107. 
 
  La consegna degli atti, volumi e sigilli indicati nei numeri 5,  6,
7 dell'articolo precedente, e' fatta  nel  termine  di  un  mese  dal
giorno  della  cessazione  dall'esercizio  o   del   cambiamento   di
residenza. Nei casi indicati nell'articolo 39, il capo  dell'archivio
notarile del distretto procede  alla  rimozione  dei  sigilli  ed  al
ritiro degli atti, volumi  e  sigilli  nella  sede  dell'ufficio  del
notaio, con l'intervento del presidente del  consiglio  notarile  del
distretto o di un membro da lui delegato. Nel caso  di  dispensa  per
rinunzia, o di cambiamento di residenza, la consegna si fa dal notaro
o da un  suo  procuratore  speciale,  nella  sede  dell'archivio,  al
conservatore, con l'intervento del presidente del Consiglio  notarile
del distretto presso il quale era iscritto il notaro, o di un  membro
da esso delegato. (54) ((55)) 
 
  Il  capo  dell'archivio  notarile  compila  il   processo   verbale
contenente  l'inventario  delle  cose  consegnate  o  ritirate   che,
sottoscritto da lui, dal presidente  del  consiglio  notarile  o  dal
membro da lui delegato, dal  notaio  o  dal  suo  procuratore,  viene
conservato nell'archivio notarile. Nel caso in cui sia il notaio o un
suo procuratore ad effettuare la consegna, il processo verbale  viene
compilato in duplice originale, uno  dei  quali  viene  rimesso  allo
stesso notaio. (54) ((55)) 
 
  Le spese occorrenti per la apposizione e remozione dei sigilli, per
l'inventario, il trasporto e deposito nell'archivio e tutte le  altre
spese accessorie sono a carico dell'archivio stesso. (25) 
 
  L'inventario va  esente  dal  pagamento  delle  tasse  di  bollo  e
registro. 
                                                                 (21) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (21) 
  Il  Regio  D.L.  23  ottobre  1924,  n.  1737,   convertito   senza
modificazioni dalla L. 18 marzo 1926, n. 562, ha disposto (con l'art.
25, comma 1, numero 3) che "Le disposizioni degli articoli 38,  39  e
107 della legge 16 febbraio 1913, n. 89 [...] e le altre disposizioni
connesse sono modificate  nel  senso  che:  [...]  non  e'  richiesto
l'intervento del presidente del consiglio notarile del  distretto,  o
di un consigliere da  lui  delegato,  per  la  consegna  all'archivio
notarile degli atti del notaro cessato dall'esercizio o traslocato ad
altro distretto". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (25) 
  Il Regio Decreto 14 novembre 1926, n. 1953 ha disposto (con  l'art.
51, comma 1) che "La disposizione del comma 3°  dell'art.  107  della
legge 16 febbraio 1913, n. 89,  non  e'  applicabile  alle  spese  di
trasporto e deposito  degli  atti,  repertori  e  sigilli  di  notari
cessati per qualsiasi causa, quando la  consegna  debba  farsi  nella
sede dell'archivio notarile dal notaro cessato o traslocato o  da  un
suo procuratore speciale". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (54) 
  Il D.Lgs. 19 febbraio 1998, n. 51  ha  disposto  (con  l'art.  247,
comma 1) che la presente modifica ha  efficacia  decorso  il  termine
stabilito dall'articolo 1, comma 1, lettera r), della legge 16 luglio
1997, n. 254. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (55) 
  La L. 16 giugno 1998, n. 188, nel modificare l'art. 247 del  D.Lgs.
19 febbraio 1998, n. 51, ha conseguentemente disposto (con l'art.  1,
comma 1) che la presente modifica ha effetto a decorrere dal 2 giugno
1999.