LEGGE 8 agosto 1895, n. 556

Sui proventi delle cancellerie e spese e tasse giudiziarie. (095U0556)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/10/1895 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/12/2008)
Testo in vigore dal: 1-10-1895
al: 24-3-1919
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
 
                              UMBERTO I 
 
           per grazia di Dio e per volonta' della Nazione 
 
                             RE D'ITALIA 
 
  Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; 
 
  Noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: 
 
                               Art. 1. 
 
  Le copie delle sentenze, delle ordinanze e di qualsiasi altro  atto
esistente nelle cancellerie delle  preture,  dei  tribunali  e  delle
corti, debbono essere fatte esclusivamente dai cancellieri. 
 
  Per ogni pagina di dette copie contenente piu' di dodici  linee  di
scritturazione spettano ai cancellieri centesimi venticinque. 
 
  Tale diritto e' dovuto tanto sulla prima copia, quanto su tutte  le
altre copie che i cancellieri rilasciano per essere  notificate  alle
parti.