LEGGE COSTITUZIONALE 31 gennaio 1963, n. 1

Statuto speciale della Regione Friuli-Venezia Giulia.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/06/2019)
Testo in vigore dal: 30-6-2019
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 51. 
 
  Le entrate della Regione sono anche costituite dai redditi del  suo
patrimonio o da tributi propri che essa ha la facolta'  di  istituire
con legge regionale, in armonia col sistema tributario dello Stato  e
dei Comuni, anche nella forma di Citta' metropolitane. 
  Il gettito relativo  a  tributi  propri  e  a  compartecipazioni  e
addizionali  su  tributi  erariali   che   le   leggi   dello   Stato
attribuiscano agli enti locali spetta alla  Regione  con  riferimento
agli  enti  locali  del  proprio  territorio,   ferma   restando   la
neutralita` finanziaria per il bilancio dello Stato. 
  Qualora la legge  dello  Stato  attribuisca  agli  enti  locali  la
disciplina   dei   tributi   ((,   delle   addizionali))   o    delle
compartecipazioni di  cui  al  secondo  comma,  spetta  alla  Regione
individuare criteri, modalita`  e  limiti  di  applicazione  di  tale
disciplina nel proprio territorio. 
  Nel rispetto delle norme dell'Unione europea sugli aiuti di  Stato,
la Regione puo`: 
    a) con riferimento ai tributi erariali per i quali  lo  Stato  ne
prevede la possibilita`, modificare le aliquote, in riduzione,  oltre
i limiti attualmente previsti e, in aumento, entro il livello massimo
di imposizione stabilito dalla normativa statale, prevedere esenzioni
dal pagamento, introdurre detrazioni di  imposta  e  deduzioni  dalla
base imponibile; 
    ((b) nelle materie di propria competenza, istituire nuovi tributi
locali, disciplinando,  anche  in  deroga  alla  legge  statale,  tra
l'altro, le modalita' di riscossione;)) 
    ((b-bis)  disciplinare  i  tributi  locali  comunali  di   natura
immobiliare  istituiti  con  legge  statale,  anche  in  deroga  alla
medesima legge, definendone le modalita' di riscossione e  consentire
agli enti locali di modificare le aliquote e di introdurre esenzioni,
detrazioni e deduzioni)). 
  Il regime doganale e' di esclusiva competenza dello Stato. 
  Qualora la legge dello Stato istituisca  un  tributo  di  spettanza
delle province, tale tributo e i poteri riconosciuti alle province in
relazione allo stesso sono attribuiti alla Regione. (14) 
------------- 
AGGIORNAMENTO (14) 
  La L. 27 dicembre 2017, n. 205 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
817, alinea) che la presente modifica decorre dal 1° gennaio 2018.