MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

DECRETO 17 ottobre 2012, n. 210

Regolamento concernente modifiche al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 25 maggio 2012, n. 141 (SISTRI). (12G0229)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/12/2012
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 20-12-2012
attiva riferimenti normativi
 
 
 
                      IL MINISTRO DELL'AMBIENTE 
                           E DELLA TUTELA 
                      DEL TERRITORIO E DEL MARE 
 
 
  Visto il decreto del Ministro  dell'ambiente  e  della  tutela  del
territorio e del mare 18 febbraio 2011, n. 52,  «Regolamento  recante
istituzione  del  sistema  di  controllo  della  tracciabilita'   dei
rifiuti, ai sensi dell'articolo 189 del decreto legislativo 3  aprile
2006, n. 152 e dell'articolo 14-bis del decreto-legge 1° luglio 2009,
n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto  2009,  n.
102»; 
  Visto il decreto del Ministro  dell'ambiente  e  della  tutela  del
territorio e del mare  25  maggio  2012,  n.  141,  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale 23 agosto 2012, n. 196, che ha apportato modifiche
e integrazioni al citato decreto  del  Ministro  dell'ambiente  della
tutela del territorio e del mare  18  febbraio  2011,  n.  52  e,  in
particolare, l'articolo 1, lettera c) che proroga dal 30 aprile  2012
al 30 novembre 2012, il  termine  per  il  pagamento  dei  contributi
dovuti per l'anno 2012,  dai  soggetti  obbligati  all'iscrizione  al
SISTRI; 
  Visto il decreto-legge 22  giugno  2012,  n.  83,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 7 agosto  2012,  n.  134  recante  «Misure
urgenti per la crescita del Paese», ed in particolare, l'articolo 52,
comma 2, che dispone la sospensione del pagamento dei contributi  per
l'anno 2012, dovuti dai soggetti obbligati all'iscrizione del SISTRI; 
  Considerato che il decreto 25 maggio 2012, n. 141, che ha prorogato
al 30 novembre 2012 il pagamento dei contributi dovuti  dai  soggetti
obbligati  all'iscrizione  al  SISTRI,  e'  stato  pubblicato   nella
Gazzetta Ufficiale 23 agosto 2012, n. 196, in  data  successiva  alla
pubblicazione del decreto-legge 22 giugno 2012,  n.  83,  convertito,
con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n.  134,  che  all'art.
52, comma 2, ha sospeso per l'anno 2012 detto pagamento; 
  Ritenuto necessario uniformare il contenuto normativo  del  decreto
del Ministro dell'ambiente della tutela del territorio e del mare  25
maggio 2012, n. 141, con quanto  disposto  dal  citato  articolo  52,
comma 2, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 «Misure urgenti  per
la crescita del Paese», convertito con modificazioni  dalla  legge  7
agosto 2012, n. 134; 
  Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400  e
successive modificazioni; 
  Udito il parere del Consiglio  di  Stato,  espresso  dalla  Sezione
consultiva per gli atti  normativi  nell'adunanza  del  27  settembre
2012; 
  Vista la comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei  Ministri,
ai sensi della citata legge n. 400 del 1988, effettuata con  la  nota
del 15 ottobre 2012; 
 
                               Adotta 
 
 
                      il seguente regolamento: 
 
                               Art. 1 
 
  1. All'articolo 7, comma 3, del decreto del Ministro  dell'ambiente
e della tutela del territorio e del mare del 18 febbraio 2011, n.  52
«Regolamento recante  istituzione  del  sistema  di  controllo  della
tracciabilita' dei rifiuti, ai sensi dell'articolo  189  del  decreto
legislativo  3  aprile  2006,  n.  152  e  dell'articolo  14-bis  del
decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 3 agosto 2009, n. 102», come modificato  dal  decreto  10
novembre 2011, n. 219 e dal  decreto  25  maggio  2012,  n.  141,  e'
soppresso il seguente periodo: «Per  l'anno  2012  il  pagamento  del
contributo deve essere effettuato entro il 30 novembre». 
  Il presente regolamento, munito  del  sigillo  dello  Stato,  sara'
inserito  nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti   normativi   della
Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo
e farlo osservare. 
 
    Roma, 17 ottobre 2012 
 
                                                   Il Ministro: Clini 
 
 
Visto, il Guardasigilli: Severino 
 

Registrato alla Corte dei conti il 13 novembre 2012 
Ufficio controllo atti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
e del Ministero dell'ambiente e della tutela  del  territorio  e  del
mare, registro n. 14, foglio n. 261 
          Avvertenza: 
 
              Il testo delle note qui  pubblicato  e'  stato  redatto
          dall'amministrazione  competente  per  materia,  ai   sensi
          dell'art.  10,  commi  2  e  3,  del  testo   unico   delle
          disposizioni    sulla    promulgazione     delle     leggi,
          sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
          e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica  italiana,
          approvato con d.P.R. 28 dicembre 1985,  n.  1092,  al  solo
          fine di facilitare la lettura delle disposizioni  di  legge
          modificate o alle  quali  e'  operato  il  rinvio.  Restano
          invariati il valore e l'efficacia  degli  atti  legislativi
          qui trascritti. 
 
          Note alle premesse: 
 
              Il decreto del Ministro dell'ambiente  e  della  tutela
          del  territorio  e  del  mare  18  febbraio  2011,  n.   52
          (Regolamento recante istituzione del sistema  di  controllo
          della tracciabilita' dei rifiuti,  ai  sensi  dell'articolo
          189 del  decreto  legislativo  3  aprile  2006,  n.  152  e
          dell'articolo 14-bis del decreto-legge 1° luglio  2009,  n.
          78, convertito, con modificazioni,  dalla  legge  3  agosto
          2009, n. 102), e' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  26
          aprile 2011, n. 95, S.O. 
              Si riporta il testo dell'articolo 1,  lettera  c),  del
          decreto del  Ministro  dell'ambiente  e  della  tutela  del
          territorio e del mare 25 maggio 2012,  n.  141,  pubblicato
          nella Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23 agosto 2012: 
              «c)  all'articolo  7,  comma  3,  dopo  le  parole  "si
          riferiscono.", aggiungere il periodo: "Per l'anno  2012  il
          pagamento del contributo deve essere effettuato entro il 30
          novembre."». 
              Si riporta il testo  dell'articolo  52,  comma  2,  del
          decreto-legge  22  giugno  2012,  n.  83,  convertito,  con
          modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,  n.  134  (Misure
          urgenti  per  la  crescita  del  Paese),  pubblicato  nella
          Gazzetta Ufficiale 26 giugno 2012, n. 147, S.O.: 
              «2. Con decreto  del  Ministro  dell'ambiente  e  della
          tutela del territorio  e  del  mare  e'  fissato  il  nuovo
          termine per l'entrata in operativita' del Sistema SISTRI e,
          sino a tale termine, sono sospesi gli effetti del contratto
          stipulato tra il Ministero dell'ambiente e della tutela del
          territorio e del mare  e  la  SELEX  -  SE.MA  in  data  14
          dicembre 2009, come integrato  da  atto  stipulato  tra  le
          medesime  parti  in  data   10   novembre   2010   e   sono
          conseguentemente inesigibili le  relative  prestazioni;  e'
          altresi' sospeso il pagamento dei contributi  dovuti  dagli
          utenti per l'anno 2012.». 
              Si riporta il testo dell'articolo 17,  comma  3,  della
          legge 23 agosto 1988, n. 400 (Disciplina dell'attivita'  di
          Governo e ordinamento della Presidenza  del  Consiglio  dei
          Ministri), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 12 settembre
          1988, n. 214, S.O.: 
              «3. Con decreto ministeriale  possono  essere  adottati
          regolamenti nelle materie di competenza del ministro  o  di
          autorita'  sottordinate  al  ministro,  quando   la   legge
          espressamente conferisca tale potere. Tali regolamenti, per
          materie di competenza  di  piu'  ministri,  possono  essere
          adottati con decreti interministeriali, ferma  restando  la
          necessita' di apposita autorizzazione da parte della legge.
          I regolamenti ministeriali ed interministeriali non possono
          dettare norme contrarie a quelle  dei  regolamenti  emanati
          dal Governo. Essi debbono essere comunicati  al  Presidente
          del Consiglio dei ministri prima della loro emanazione.». 
 
          Note all'art. 1: 
              Il testo dell'articolo 7, comma 3, del  citato  decreto
          del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio  e
          del mare n. 52  del  2011,  come  modificato  dal  presente
          regolamento, e' il seguente: 
              «3. Il  contributo  si  riferisce  all'anno  solare  di
          competenza,  indipendentemente  dal  periodo  di  effettiva
          fruizione del servizio, e deve essere  versato  al  momento
          dell'iscrizione. Negli anni  successivi  il  contributo  e'
          versato entro il 30 aprile dell'anno al quale i  contributi
          si riferiscono.  Qualora,  al  momento  del  pagamento  del
          contributo annuale, sia certo che il numero dei  dipendenti
          occupato si e' modificato rispetto all'anno  precedente  in
          modo da incidere sull'importo  del  contributo  dovuto,  e'
          possibile indicare il numero relativo  all'anno  in  corso,
          previa dichiarazione al SISTRI.».