DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 23 gennaio 1973, n. 43

Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative in materia doganale.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 15/07/2020)
vigente al 10/08/2022
Testo in vigore dal: 19-4-2001
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 291-ter.
(((Circostanze  aggravanti  del  delitto  di contrabbando di tabacchi
                          lavorati esteri)

     1. Se i fatti previsti dall'articolo 291-bis sono commessi
  adoperando  mezzi  di  trasporto appartenenti a persone estranee al
reato, la pena e' aumentata.
  2.  Nelle  ipotesi  previste  dall'articolo  291-bis, si applica la
multa di lire cinquantamila per ogni grammo convenzionale di prodotto
e la reclusione da tre a sette anni, quando:
    a)  nel  commettere  il  reato  o  nei  comportamenti  diretti ad
assicurare  il  prezzo,  il  prodotto,  il profitto o l'impunita' del
reato,  il  colpevole  faccia  uso  delle  armi  o  si accerti averle
possedute nell'esecuzione del reato;
    b)  nel  commettere  il  reato  o immediatamente dopo l'autore e'
sorpreso insieme a due o piu' persone in condizioni tali da frapporre
ostacolo agli organi di polizia;
    c) il fatto e' connesso con altro reato contro la fede pubblica o
contro la pubblica amministrazione;
    d)  nel  commettere  il  reato  l'autore  ha  utilizzato mezzi di
trasporto,  che,  rispetto alle caratteristiche omologate, presentano
alterazioni  o  modifiche  idonee  ad  ostacolare  l'intervento degli
organi  di  polizia  ovvero  a  provocare  pericolo  per  la pubblica
incolumita';
    e)  nel  commettere  il  reato l'autore ha utilizzato societa' di
persone  o  di  capitali  ovvero  si  e'  avvalso  di  disponibilita'
finanziarie  in  qualsiasi  modo  costituite  in  Stati che non hanno
ratificato la Convenzione sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e
la  confisca  dei  proventi di reato, fatta a Strasburgo l'8 novembre
1990, ratificata e resa esecutiva ai sensi della legge 9 agosto 1993,
n.  328,  e che comunque non hanno stipulato e ratificato convenzioni
di  assistenza  giudiziaria con l'Italia aventi ad oggetto il delitto
di contrabbando.
  3.  La  circostanza  attenuante  prevista  dall'articolo 62-bis del
codice  penale, se concorre con le circostanze aggravanti di cui alle
lettere  a)  e  d) del comma 2 del presente articolo, non puo' essere
ritenuta equivalente o prevalente rispetto a esse e la diminuzione di
pena  si  opera  sulla  quantita'  di  pena  risultante  dall'aumento
conseguente alle predette aggravanti)).