REGIO DECRETO 16 marzo 1942, n. 351

Dichiarazione di monumento nazionale della Villa Lina in Napoli, dove abito' e mori Francesco Crispi. (042U0351)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/05/1942
vigente al 25/01/2021
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 10-5-1942
attiva riferimenti normativi
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                      RE D'ITALIA E DI ALBANIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Volendo che la Villa Lina in Napoli, ove abito' e  mori'  Francesco
Crispi, sia particolarmente conservata all'ossequio  degli  italiani,
oltre che tutelata come edificio di importante interesse storico; 
 
  Sulla  proposta  del  Nostro  Ministro  Segretario  di  Stato   per
l'educazione nazionale; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
  La Villa Lina in Napoli, ove abito'  e  mori'  il  grande  statista
Francesco Crispi, e' dichiarata monumento nazionale. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 16 marzo 1942-XX 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
                                                               BOTTAI 
 
  Visto, il Guardasigilli: Grandi 
 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 23 aprile 1942-XX 
 
  Atti del Governo, registro 444, foglio 76. - MANCINI