REGIO DECRETO 16 novembre 1939, n. 1876

Dichiarazione di monumento nazionale della casa di via Paolo da Cannobio n. 25 e del salone dello stabile di piazza San Sepolcro n. 9. (039U1876)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 07/01/1940
vigente al 01/12/2021
  • Articoli
  • 1
Testo in vigore dal: 7-1-1940
attiva riferimenti normativi
                        VITTORIO EMANUELE III 
 
           PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE 
 
                      RE D'ITALIA E DI ALBANIA 
 
                        IMPERATORE D'ETIOPIA 
 
  Volendo che la casa di via Paolo da Cannobio n.  25  a  Milano,  la
quale dal 1914 al 1922 ospito' la Redazione e  l'Ammiuistrazione  del
«Popolo d'Italia», e che il salone sito al primo piano dello  stabile
di piazza San Sepolcro n. 9, dove ebbe luogo la storica  adunata  del
23 marzo 1919, siano particolarmente  conservati  all'ossequio  degli
Italiani, oltre che tutelati come  edifici  di  importante  interesse
storico; 
 
  alla  proposta  del  Nostro  Ministro  Segretario  di   Stato   per
l'educazione nazionale; 
 
  Abbiamo decretato e decretiamo: 
 
                           Articolo unico. 
 
  La casa di via Paolo da Cannobio n. 25 a Milano e il  salone  dello
stabile di  piazza  San  Sepolcro  n.  9  sono  dichiarati  monumenti
nazionali. 
 
  Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello  Stato,
sia inserto nella Raccolta ufficiale delle leggi e  dei  decreti  del
Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e  di  farlo
osservare. 
 
  Dato a Roma, addi' 16 novembre 1939-XVIII 
 
                          VITTORIO EMANUELE 
 
                                                               BOTTAI 
 
  Visto, il Guardasigilli: GRANDI 
 
  Registrato alla Corte dei conti, addi' 20 dicembre 1939-XVIII 
 
  Atti del Governo, registro 416, foglio 87. - MANCINI