DECRETO LEGISLATIVO 27 dicembre 2019, n. 158

Norme di attuazione dello statuto speciale della Regione siciliana in materia di armonizzazione dei sistemi contabili, dei conti giudiziali e dei controlli. (19G00168)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 27/12/2019 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 05/02/2021)
Testo in vigore dal: 6-2-2021
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 7 
 
Ripiano del disavanzo  derivante  dagli  effetti  del  riaccertamento
                            straordinario 
 
  1.  In  sede  di  prima  applicazione  delle  presenti   norme   di
attuazione, ferma restando la competenza statale esclusiva in materia
di armonizzazione dei bilanci, il disavanzo e le quote  di  disavanzo
non recuperate, relative al rendiconto 2018, ((saranno  ripianate  in
dieci esercizi)). In ogni caso l'applicazione del presente comma  non
puo' avere effetto sulla gestione dei  pagamenti.  ((Per  far  fronte
agli effetti negativi derivanti dall'epidemia da Covid-19,  le  quote
di  copertura  del  disavanzo  accertato   con   l'approvazione   del
rendiconto 2018, da ripianare  nell'esercizio  2021,  sono  rinviate,
esclusivamente per tale annualita', all'anno successivo a  quello  di
conclusione del ripiano originariamente previsto.)) 
  2. Anche al fine di tenere conto di quanto previsto dall'articolo 9
della legge n. 243 del 2012, il termine di dieci anni di cui al comma
1 e' ridotto a tre anni  ((secondo  quanto  previsto,  rispetto  alle
tempistiche di rientro indicate al comma 1 con riferimento allo stato
di emergenza dell'epidemia da COVID-19)) ((,  qualora,  entro  il  31
gennaio 2021,)) la Regione e lo Stato non  sottoscrivano  un  accordo
contenente specifici impegni di rientro dal disavanzo. Tali  impegni,
in attuazione dei principi  dell'equilibrio  e  della  sana  gestione
finanziaria  del  bilancio,  di  responsabilita'  nell'esercizio  del
mandato elettivo e di responsabilita'  intergenerazionale,  ai  sensi
degli articoli 81  e  97  della  Costituzione,  devono  garantire  il
rispetto di specifici parametri di virtuosita',  quali  la  riduzione
strutturale  della  spesa  corrente,  ((con   effetti   a   decorrere
dall'esercizio finanziario 2021)). La Regione si impegna, altresi', a
concordare con  lo  Stato  appositi  interventi  di  riforma  per  le
finalita' di cui al presente comma.