DECRETO LEGISLATIVO 26 agosto 2016, n. 179

Modifiche ed integrazioni al Codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai sensi dell'articolo 1 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. (16G00192)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 14/09/2016 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/12/2018)
Testo in vigore dal: 14-9-2016
attiva riferimenti normativi
                               Art. 43 
 
                      Modifiche all'articolo 53 
               del decreto legislativo n. 82 del 2005 
 
  1. All'articolo 53 del decreto legislativo  n.  82  del  2005  sono
apportate le seguenti modificazioni: 
    a) la rubrica e' sostituita dalla seguente: «Siti Internet  delle
pubbliche amministrazioni»; 
    b) al comma 1, primo periodo, la parola: «centrali» e' soppressa; 
    c) dopo il comma 1 sono inseriti i seguenti: 
      «1-bis.  Le  pubbliche  amministrazioni  pubblicano,  ai  sensi
dell'articolo 9 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.  33,  anche
il catalogo  dei  dati  e  dei  metadati  definitivi,  nonche'  delle
relative  banche  dati  in  loro  possesso  e   i   regolamenti   che
disciplinano l'esercizio della facolta' di accesso  telematico  e  il
riutilizzo di tali dati e metadati, fatti salvi i  dati  presenti  in
Anagrafe tributaria. 
      1-ter. Con le regole  tecniche  di  cui  all'articolo  71  sono
definite le modalita' per la realizzazione e  la  modifica  dei  siti
delle amministrazioni.»; 
    d) i commi 2 e 3 sono abrogati. 
          Note all'art. 43: 
              - si riporta  il  testo  dell'articolo  53  del  citato
          decreto legislativo 7 marzo 2005, n.  82,  come  modificato
          dal presente decreto: 
              «Art. 53 Siti Internet delle pubbliche amministrazioni 
              1.  Le  pubbliche   amministrazioni   realizzano   siti
          istituzionali su reti telematiche che rispettano i principi
          di  accessibilita',  nonche'  di   elevata   usabilita'   e
          reperibilita',  anche  da  parte  delle  persone  disabili,
          completezza  di  informazione,  chiarezza  di   linguaggio,
          affidabilita',  semplicita'  di'  consultazione,  qualita',
          omogeneita' ed interoperabilita'. Sono in particolare  resi
          facilmente  reperibili  e  consultabili  i  dati   di   cui
          all'articolo 54. 
              1-bis.  Le  pubbliche  amministrazioni  pubblicano,  ai
          sensi dell'articolo 9  del  decreto  legislativo  14  marzo
          2013, n. 33, anche il catalogo  dei  dati  e  dei  metadati
          definitivi, nonche' delle  relative  banche  dati  in  loro
          possesso e i regolamenti che  ne  disciplinano  l'esercizio
          della facolta' di accesso telematico  e  il  riutilizzo  di
          tali dati e  metadati,  fatti  salvi  i  dati  presenti  in
          Anagrafe tributaria. 
              1-ter. Con le regole tecniche di  cui  all'articolo  71
          sono definite  le  modalita'  per  la  realizzazione  e  la
          modifica dei siti delle amministrazioni. 
              2. - 3. (abrogati).»