DECRETO LEGISLATIVO 28 gennaio 2016, n. 15

Attuazione della direttiva 2013/55/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, recante modifica della direttiva 2005/36/CE, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e del regolamento (UE) n. 1024/2012, relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («Regolamento IMI»). (16G00021)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/02/2016
Testo in vigore dal: 10-2-2016
attiva riferimenti normativi
                               Art. 40 
 
 
Modifiche all'articolo 51 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n.
                                 206 
 
  1. All'articolo 51, comma 1, del  decreto  legislativo  9  novembre
2007, n. 206, sono apportate le seguenti modificazioni: 
    a)  la   lettera   e)   e'   sostituita   dalla   seguente:   "e)
approvvigionamento,   preparazione,   controllo,    immagazzinamento,
distribuzione e consegna di medicinali sicuri  e  di  qualita'  nelle
farmacie aperte al pubblico;"; 
    b) alla lettera g), le parole: "nel settore dei medicinali"  sono
sostituite dalle seguenti: "sui medicinali in quanto  tali,  compreso
il loro uso corretto"; 
    c) dopo la lettera g) sono aggiunte le seguenti: 
      "g-bis) segnalazione alle autorita'  competenti  degli  effetti
indesiderati dei prodotti farmaceutici; 
      g-ter)  accompagnamento   personalizzato   dei   pazienti   che
praticano l'automedicazione; 
      g-quater)  contributo  a  campagne  istituzionali  di   sanita'
pubblica.". 
          Note all'art. 40: 
              -  Il  testo  dell'articolo  51  del   citato   decreto
          legislativo 9 novembre 2007, n. 206,  come  modificato  dal
          presente decreto, cosi' recita: 
              "Art. 51 (Esercizio delle  attivita'  professionali  di
          farmacista). - 1.  I  titolari  del  titolo  di  formazione
          universitaria  di  farmacista,  corredato  del  diploma  di
          abilitazione  all'esercizio  della   professione   di   cui
          allegato V, punto 5.6.2,  che  soddisfi  le  condizioni  di
          formazione di cui  all'articolo  50,  sono  autorizzati  ad
          accedere e ad esercitare almeno le sottoelencate attivita',
          fermo   restando    le    disposizioni    che    prevedono,
          nell'ordinamento   nazionale,   ulteriori   requisiti   per
          l'esercizio delle stesse: 
              a)   preparazione   della   forma   farmaceutica    dei
          medicinali; 
              b) fabbricazione e controllo dei medicinali; 
              c)  controllo  dei  medicinali  in  un  laboratorio  di
          controllo dei medicinali; 
              d) immagazzinamento, conservazione e distribuzione  dei
          medicinali nella fase di commercio all'ingrosso; 
              e)   approvvigionamento,    preparazione,    controllo,
          immagazzinamento, distribuzione e  consegna  di  medicinali
          sicuri e di qualita' nelle farmacie aperte al pubblico; 
              f)   preparazione,   controllo,   immagazzinamento    e
          distribuzione dei medicinali negli ospedali; 
              g) diffusione di informazioni e consigli sui medicinali
          in quanto tali, compreso il loro uso corretto; 
              g-bis) segnalazione  alle  autorita'  competenti  degli
          effetti indesiderati dei prodotti farmaceutici; 
              g-ter) accompagnamento personalizzato dei pazienti  che
          praticano l'automedicazione; 
              g-quater)  contributo  a  campagne   istituzionali   di
          sanita' pubblica.".