DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015, n. 148

Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00160)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/09/2015 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
vigente al 03/10/2022
  • Allegati
Testo in vigore dal: 8-10-2016
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 46 
 
 
                             Abrogazioni 
 
  1. Sono abrogate le seguenti disposizioni: 
    a) il decreto legislativo luogotenenziale  9  novembre  1945,  n.
788; 
    b) il decreto legislativo del Capo  provvisorio  dello  Stato  12
agosto 1947, n. 869, ad eccezione dell'articolo 3; 
    c) la legge 3 febbraio 1963, n. 77; 
    d) gli articoli da 2 a 5 della legge 5 novembre 1968, n. 1115; 
    e) la legge 8 agosto 1972, n. 464; 
    ((f) gli articoli da 1 a 7, da 9 a 11, 12, comma 1, numeri  1)  e
2), e da 13 a 17 della legge 20 maggio 1975, n. 164;)) 
    g) gli articoli 1, 2, e da 4 a 8 della legge 6  agosto  1975,  n.
427; 
    h) la legge 13 agosto 1980, n. 427; 
    i) gli articoli 1 e 2 del decreto-legge 30 ottobre 1984, n.  726,
convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 1984, n. 863; 
    l) l'articolo 8, commi da 1 a 5, e 8 del decreto-legge  21  marzo
1988, n. 86, convertito, con modificazioni,  dalla  legge  20  maggio
1988, n. 160; 
    m) gli articoli 1, 2, e da 12 a 14 della legge 23 luglio 1991, n.
223; 
    n) l'articolo 5, commi da 1 a  4,  del  decreto-legge  20  maggio
1993, n. 148, convertito con  modificazioni  dalla  legge  19  luglio
1993, n. 236; 
    o) il decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2000,  n.
218; 
    p) l'articolo 44, comma 6 del decreto-legge 30 settembre 2003, n.
269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003,  n.
326; 
    q) i commi 1, da 4 a 19-ter, da 22 a 45,  dell'articolo  3  della
legge 28 giugno 2012, n. 92. 
  2. A decorrere dal  1°  gennaio  2016  sono  abrogate  le  seguenti
disposizioni: 
    a) l'articolo 8 della legge 20 maggio 1975, n. 164; 
    b) l'articolo 3 della legge 6 agosto 1975, n. 427; 
    c) il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche  sociali,
di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, 7 febbraio
2014, n. 79141; 
    d) i commi 20, 20-bis, e 21 dell'articolo 3 della legge 28 giugno
2012, n. 92. 
  3. A decorrere dal 1° luglio 2016  e'  abrogato  l'articolo  5  del
decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito, con  modificazioni,
dalla legge 19 luglio 1993, n. 236. 
  4. E' abrogata ogni altra disposizione  contraria  o  incompatibile
con le disposizioni del presente decreto. 
  5. Laddove disposizioni di  legge  o  regolamentari  dispongano  un
rinvio all'articolo unico, secondo comma,  della  legge  n.  427  del
1980, oppure all'articolo 3, commi da 4 a 45, della legge n.  92  del
2012, ovvero ad altre disposizioni abrogate  dal  presente  articolo,
tali rinvii si  intendono  riferiti  alle  corrispondenti  norme  del
presente decreto.