DECRETO LEGISLATIVO 23 giugno 2011, n. 118

Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42. (11G0160)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 10/08/2011 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/08/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 12-9-2014
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 15 
 
 
  Criteri per la specificazione e la classificazione delle entrate 
 
  1. Le entrate degli schemi di  bilancio  finanziario  di  cui  all'
articolo  11  sono  classificate  secondo  i  successivi  livelli  di
dettaglio: 
    a)  titoli,  definiti  secondo  la  fonte  di  provenienza  delle
entrate; 
    b)  tipologie,  definite  in  base  alla  natura  delle  entrate,
nell'ambito   di   ciascuna   fonte   di   provenienza,    ai    fini
dell'approvazione in termini di  unita'  di  voto;  ((Ai  fini  della
gestione e della  rendicontazione  le  tipologie  sono  ripartite  in
categorie,  capitoli  ed  eventualmente  in   articoli   secondo   il
rispettivo oggetto. I capitoli  e  gli  articoli,  ove  previsti,  si
raccordano con il quarto livello di articolazione del piano dei conti
integrato di cui all'art. 4. La Giunta contestualmente alla  proposta
di bilancio trasmette al Consiglio, a fini conoscitivi,  la  proposta
di articolazione delle tipologie in categorie.)); 
    c) ((LETTERA ABROGATA DAL D.LGS. 10 AGOSTO 2014, N. 126)). 
  ((2. Nell'ambito delle categorie e' data  separata  evidenza  delle
eventuali quote di entrata non ricorrente. L'elenco dei titoli, delle
tipologie  e  delle  categorie,  indicato  nell'allegato  n.  13,  e'
aggiornato con decreto del Ministero dell'economia e delle finanze  -
Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, di  concerto  con
il Ministero dell'interno - Dipartimento per  gli  affari  interni  e
territoriali  e  la  Presidenza  del   Consiglio   dei   ministri   -
Dipartimento per gli affari regionali, su proposta della  Commissione
per l'armonizzazione contabile degli enti territoriali.))