DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2010, n. 59

Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno. (10G0080)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 8/5/2010 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2018)
Testo in vigore dal: 1-1-2019
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 16 
                  (Selezione tra diversi candidati) 
  1.  Nelle  ipotesi  in  cui  il  numero  di  titoli   autorizzatori
disponibili per una determinata attivita' di servizi sia limitato per
ragioni correlate alla  scarsita'  delle  risorse  naturali  o  delle
capacita' tecniche disponibili, le autorita' competenti applicano una
procedura di selezione tra i candidati potenziali  ed  assicurano  la
predeterminazione e la pubblicazione, nelle forme previste dai propri
ordinamenti, dei  criteri  e  delle  modalita'  atti  ad  assicurarne
l'imparzialita', cui le stesse devono attenersi. 
  2. Nel fissare le regole della procedura di selezione le  autorita'
competenti possono tenere conto di considerazioni di salute pubblica,
di obiettivi di politica sociale, della salute e della sicurezza  dei
lavoratori dipendenti ed autonomi,  della  protezione  dell'ambiente,
della  salvaguardia  del  patrimonio  culturale  e  di  altri  motivi
imperativi d'interesse generale conformi al diritto comunitario. 
  3. L'effettiva osservanza dei criteri e delle modalita' di  cui  al
comma 1 deve risultare dai singoli provvedimenti relativi al rilascio
del titolo autorizzatorio. 
  4. Nei casi di cui al comma 1  il  titolo  e'  rilasciato  per  una
durata limitata e non  puo'  essere  rinnovato  automaticamente,  ne'
possono essere accordati vantaggi al prestatore uscente  o  ad  altre
persone, ancorche' giustificati da particolari legami con il primo. 
  ((4-bis. Le  disposizioni  di  cui  al  presente  articolo  non  si
applicano al commercio su aree pubbliche di cui all'articolo  27  del
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114)). 
                                                                  (5) 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  La L. 27 dicembre 2017, n. 205 ha disposto  (con  l'art.  1,  comma
1181) che "In relazione a quanto disposto dal comma 1180 e nel quadro
della promozione e  garanzia  degli  obiettivi  di  politica  sociale
connessi alla tutela dell'occupazione, le amministrazioni interessate
prevedono, anche in deroga a quanto  disposto  dall'articolo  16  del
decreto legislativo 26 marzo 2010, n.  59,  specifiche  modalita'  di
assegnazione per coloro che, nell'ultimo biennio, hanno  direttamente
utilizzato le concessioni quale unica o prevalente fonte  di  reddito
per se' e per il proprio nucleo familiare".