DECRETO LEGISLATIVO 1 dicembre 2009, n. 178

Riorganizzazione della Scuola superiore della pubblica amministrazione (SSPA), a norma dell'articolo 24 della legge 18 giugno 2009, n. 69. (09G0190)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/12/2009 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 07/08/2021)
vigente al 22/01/2022
Testo in vigore dal: 8-8-2021
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 7 
 
                            Il Presidente 
 
  1. Il  Presidente  e'  nominato  con  decreto  del  Presidente  del
Consiglio dei ministri, su proposta  del  Ministro  per  la  pubblica
amministrazione,  ed  e'  scelto  tra  i  magistrati  amministrativi,
ordinari  e  contabili,  tra  gli  ((avvocati  dello  Stato))  o  tra
professori universitari ordinari, tra alti dirigenti dello  Stato  di
particolare  e  comprovata  qualificazione  o  tra   altri   soggetti
parimenti  dotati  di   particolare   e   comprovata   qualificazione
professionale,  che  abbiano  diretto  per  almeno   un   quinquennio
istituzioni pubbliche di alta formazione o ricerca, ovvero per almeno
dieci anni, anche non continuativamente, istituzioni private di  alta
formazione  riconosciute  dal  Ministero  dell'universita'  e   della
ricerca. 
  2. Il  Presidente  dura  in  carica  quattro  anni  e  puo'  essere
confermato  una  sola  volta.  Se  dipendente   statale   o   docente
universitario, per l'intera durata dell'incarico, e' collocato  nella
posizione di fuori ruolo, di aspettativa  o  di  comando,  secondo  i
rispettivi ordinamenti. 
  3.  Il  Presidente  e'   vertice   dell'istituzione,   ne   ha   la
rappresentanza  legale  e  presiede  il  Comitato  di  gestione.   E'
responsabile dell'attivita' didattica e scientifica della  Scuola  ed
elabora  le  strategie  di  sviluppo  dell'attivita'  di  formazione,
d'intesa con il Segretario Generale e sentito il Comitato Scientifico
((di cui al comma 4)), mediante la progettazione, la programmazione e
la realizzazione di  attivita'  di  partenariato  con  Universita'  e
Istituti  di  alta  formazione   nazionali   e   internazionali.   Il
Presidente, sentito il Segretario  Generale,  nomina  le  commissioni
esaminatrici per i concorsi e i corsi, secondo le norme in vigore. Il
Presidente nomina i docenti della Scuola,  esercita  tutte  le  altre
attribuzioni  previste  dal  presente  decreto  legislativo  e  ((dal
regolamento e redige)) il programma triennale e il programma  annuale
della Scuola d'intesa con il Segretario Generale, sentito il Comitato
Scientifico. 
  4. Il Presidente si avvale di un Comitato  scientifico  consultivo,
da  lui  presieduto,  composto  da  rappresentanti  di  altre  Scuole
nazionali ed internazionali, pubbliche  e  private;  da  studiosi  di
chiara fama; da alti  dirigenti  delle  amministrazioni  pubbliche  e
disciplinato con delibera  del  Comitato  di  gestione.  Il  Comitato
scientifico consultivo e' nominato con decreto del  Ministro  per  la
pubblica amministrazione, su proposta del Presidente della Scuola. Il
Comitato scientifico  consultivo  svolge  funzioni  consultive  nelle
materie che il Presidente intende sottoporre alla  sua  attenzione  e
favorisce il raccordo tra le attivita' formative della  Scuola  e  di
altri istituti di alta formazione  nazionali  ed  internazionali.  La
partecipazione alle riunioni non da' titolo ad  emolumenti,  compensi
ovvero rimborsi di qualsiasi tipo.