DECRETO LEGISLATIVO 1 dicembre 2009, n. 178

Riorganizzazione della Scuola superiore della pubblica amministrazione (SSPA), a norma dell'articolo 24 della legge 18 giugno 2009, n. 69. (09G0190)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/12/2009 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 07/08/2021)
vigente al 07/12/2021
Testo in vigore dal: 10-6-2021
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3 
 
                               Compiti 
 
  1. Per adempiere alla missione di  cui  all'articolo  2  la  Scuola
articola le proprie attivita' nell'ambito delle  seguenti  competenze
principali: 
  a) attivita' di formazione, selezione e reclutamento dei  dirigenti
e funzionari dello Stato in base alla legislazione vigente; 
  b)   organizzazione   della   formazione   dei   dirigenti    delle
amministrazioni pubbliche all'estero ai sensi dell'articolo 6,  comma
2, lettera g), della legge 4 marzo 2009, n. 15; 
  c) attivita' di formazione e aggiornamento legata  ai  processi  di
riforma ed innovazione diretta ai  dipendenti  delle  amministrazioni
centrali; 
  d) attivita' di formazione ed aggiornamento, in base a  convenzioni
e con tutti gli oneri a carico  dei  committenti,  di  dipendenti  di
amministrazioni pubbliche diverse  da  quelle  statali,  di  soggetti
gestori di servizi pubblici e di istituzioni ed imprese  private,  al
fine di migliorare  l'interazione  e  l'efficienza  dei  rapporti  di
collaborazione e scambio tra la pubblica amministrazione statale e le
altre amministrazioni pubbliche, nonche' con il settore privato; 
  e) attivita' di formazione, su richiesta, diretta a  funzionari  di
altri paesi in un quadro di cooperazione internazionale; 
  ((e-bis) attivita' di ricerca e di studio per  l'individuazione  di
specifiche tipologie di formazione per il personale  delle  pubbliche
amministrazioni preposto allo sviluppo e all'attuazione delle  azioni
contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza;)) 
  f) attivita' di ricerca, analisi e  documentazione  finalizzata  al
perseguimento dell'eccellenza nell'attivita' di formazione legata  ai
processi di riforma ed innovazione della pubblica amministrazione che
coinvolga la dirigenza e su altri temi funzionali,  in  relazione  ai
suoi effetti sull'economia e la societa', anche in collaborazione con
universita' e istituti di ricerca  pubblici  e  privati,  italiani  e
stranieri,  amministrazioni  pubbliche  e  istituzioni   e   societa'
private; 
  g) attivita' di ricerca, analisi e consulenza sulla  metodologia  e
sui criteri di valutazione della  formazione  offerta  alla  pubblica
amministrazione da istituzioni pubbliche e private; 
  h) attivita' di pubblicazione e diffusione di materiali didattici e
di ricerca attraverso strumenti editoriali sia interni  che  esterni,
con preferenza dell'uso dell'e-editing; 
  i)  attivita'  di  valutazione,  validazione  e  monitoraggio,   su
richiesta delle amministrazioni statali  e  sulla  base  di  apposite
indicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri o del  Ministro
per la pubblica amministrazione ((...)) a tale fine  delegato,  della
qualita' delle offerte formative presentate da soggetti  terzi  e  la
loro rispondenza ai requisiti richiesti e attivita' di monitoraggio; 
  l) cura dei rapporti con gli organismi e le strutture di formazione
similari di altri Paesi e la definizione  con  essi  di  accordi,  di
convenzioni e di ogni altra forma di collaborazione e di  scambio  di
esperienze nell'ambito di tutte  le  attivita'  di  competenza  della
Scuola; 
  m) sostegno, anche finanziario, ad iniziative di  collaborazione  e
di scambio di funzionari, anche ai sensi dell'articolo 32 del decreto
legislativo 30 marzo 2001, n. 165; 
    n) ogni altra competenza attribuita dal Presidente del  Consiglio
dei Ministri o dal Ministro per la pubblica  amministrazione  ((...))
in funzione del perseguimento delle finalita' di cui all'articolo 2. 
  2. La Scuola  puo'  promuovere  o  partecipare  ad  associazioni  e
consorzi, nonche'  stipulare  accordi  di  programma,  convenzioni  e
contratti con soggetti pubblici e privati. 
  3. La Scuola rilascia titoli post laurea di alta professionalita'.