DECRETO LEGISLATIVO 27 ottobre 2009, n. 150

Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttivita' del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni. (09G0164)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/11/2009 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/06/2022)
vigente al 13/08/2022
  • Articoli
  • TITOLO I

    PRINCIPI GENERALI
  • 1
  • TITOLO II

    MISURAZIONE, VALUTAZIONE
    E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE


    CAPO I

    Disposizioni generali
  • 2
  • 3
  • CAPO II

    Il ciclo di gestione della performance
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • CAPO III

    Trasparenza e rendicontazione della performance
  • 11
  • CAPO IV

    Soggetti del processo di misurazione e valutazione
    della
    performance
  • 12
  • 13
  • 14
  • 14 bis
  • 15
  • 16
  • TITOLO III

    MERITO E PREMI


    CAPO I

    Disposizioni generali
  • 17
  • 18
  • 19
  • 19 bis
  • CAPO II

    Premi
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • CAPO III

    Norme finali, transitorie e abrogazioni
  • 29
  • 30
  • 31
  • TITOLO IV

    NUOVE NORME GENERALI SULL'ORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE
    DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE


    CAPO I

    Principi generali
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • CAPO II

    Dirigenza pubblica
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43
  • 44
  • 45
  • 46
  • 47
  • CAPO III

    Uffici, piante organiche, mobilita' e accessi
  • 48
  • 49
  • 50
  • 51
  • 52
  • CAPO IV

    Contrattazione collettiva nazionale e integrativa
  • 53
  • 54
  • 55
  • 56
  • 57
  • 58
  • 59
  • 60
  • 61
  • 62
  • 63
  • 64
  • 65
  • 66
  • CAPO V

    Sanzioni disciplinari e responsabilita'
    dei dipendenti pubblici
  • 67
  • 68
  • 69
  • 70
  • 71
  • 72
  • 73
  • TITOLO V

    NORME FINALI E TRANSITORIE
  • 74
Testo in vigore dal: 22-6-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
 
                       Obiettivi e indicatori 
 
 
  ((01. Gli obiettivi si articolano in: 
    a) obiettivi generali,  che  identificano,  in  coerenza  con  le
priorita'  delle  politiche  pubbliche  nazionali  nel   quadro   del
programma di Governo e  con  gli  eventuali  indirizzi  adottati  dal
Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi  dell'articolo  8  del
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286, le priorita'  strategiche
delle pubbliche amministrazioni in  relazione  alle  attivita'  e  ai
servizi erogati, anche tenendo conto del comparto  di  contrattazione
di appartenenza e in relazione anche al livello e alla  qualita'  dei
servizi da garantire ai cittadini; 
    b)  obiettivi  specifici  di   ogni   pubblica   amministrazione,
individuati, in coerenza con la direttiva annuale adottata  ai  sensi
dell'articolo 8 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n.  286,  nel
Piano della performance di cui all'articolo 10.)) 
  ((1. Gli obiettivi di cui al comma 01, lettera a), sono determinati
con apposite linee guida adottate su base triennale con  decreto  del
Presidente del Consiglio dei ministri. Per gli enti territoriali,  il
decreto di cui al primo periodo e' adottato previa intesa in sede  di
Conferenza unificata di cui all'articolo 8 della legge 5 giugno 2003,
n.  131.  Gli  obiettivi  di  cui  al  comma  01,  lettera  b),  sono
programmati,  in  coerenza  con  gli  obiettivi  generali,  su   base
triennale e definiti, prima  dell'inizio  del  rispettivo  esercizio,
dagli organi di indirizzo politico-amministrativo, sentiti i  vertici
dell'amministrazione che a loro volta  consultano  i  dirigenti  o  i
responsabili delle unita' organizzative. Gli obiettivi sono  definiti
in coerenza con gli obiettivi  di  bilancio  indicati  nei  documenti
programmatici di cui alla legge 31 dicembre 2009, n. 196,  e  di  cui
alla normativa economica e finanziaria  applicabile  alle  regioni  e
agli enti locali e il loro conseguimento costituisce  condizione  per
l'erogazione   degli   incentivi   previsti   dalla    contrattazione
integrativa.  Nelle  more  dell'adozione   delle   linee   guida   di
determinazione    degli    obiettivi    generali,    ogni    pubblica
amministrazione programma e definisce i propri obiettivi,  secondo  i
tempi stabiliti per l'adozione del  Piano  di  cui  all'articolo  10,
salvo procedere successivamente al loro aggiornamento.)) 
  ((1-bis. Nel caso di gestione associata di funzioni da parte  degli
enti  locali,  su  base  volontaria  ovvero  obbligatoria  ai   sensi
dell'articolo 14 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito,
con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, gli  obiettivi
specifici relativi all'espletamento di tali  funzioni  sono  definiti
unitariamente. 
  1-ter. Nel  caso  di  differimento  del  termine  di  adozione  del
bilancio  di  previsione  degli  enti  territoriali,  devono   essere
comunque definiti obiettivi specifici per consentire  la  continuita'
dell'azione amministrativa.)) 
  2. Gli obiettivi sono: 
   a) rilevanti e pertinenti rispetto ai bisogni della collettivita',
alla  missione  istituzionale,  alle  priorita'  politiche  ed   alle
strategie dell'amministrazione; 
   b) specifici e misurabili in termini concreti e chiari; 
   c)  tali  da  determinare  un  significativo  miglioramento  della
qualita' dei servizi erogati e degli interventi; 
   d)  riferibili  ad  un  arco  temporale  determinato,   di   norma
corrispondente ad un anno; 
   e) commisurati ai valori  di  riferimento  derivanti  da  standard
definiti  a  livello   nazionale   e   internazionale,   nonche'   da
comparazioni con amministrazioni omologhe; 
   f)   confrontabili   con   le   tendenze    della    produttivita'
dell'amministrazione  con  riferimento,  ove  possibile,  almeno   al
triennio precedente; 
   g)  correlati  alla  quantita'  e  alla  qualita'  delle   risorse
disponibili.