DECRETO LEGISLATIVO 20 novembre 2008, n. 188

Attuazione della direttiva 2006/66/CE concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti e che abroga la direttiva 91/157/CEE.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/12/2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/09/2020)
Testo in vigore dal: 20-3-2016
aggiornamenti all'articolo
 
 
                               Art. 8. 
 
                        Obiettivi di raccolta 
 
  1. Ai fini del presente decreto, la percentuale di  raccolta  delle
pile e degli accumulatori portatili  viene  calcolata  per  la  prima
volta in relazione alla raccolta effettuata nel corso dell'anno 2011.
Fatta salva l'applicazione ((del decreto legislativo 14  marzo  2014,
n. 49.)), i dati  annuali  relativi  alla  raccolta  e  alle  vendite
comprendono pile e accumulatori incorporati in apparecchi. 
  2. Al fine di realizzare un sistema organico di gestione delle pile
ed accumulatori portatili che riduca al minimo  il  loro  smaltimento
insieme al rifiuto urbano misto, entro la data del 26 settembre  2012
dovra' essere conseguito,  anche  su  base  regionale,  un  tasso  di
raccolta minimo di pile ed accumulatori  portatili  pari  al  25  per
cento del quantitativo immesso sul mercato; tale  tasso  di  raccolta
dovra' raggiungere, entro il 26 settembre 2016, il 45 per  cento  del
quantitativo immesso sul mercato. 
  3. Le percentuali di raccolta di pile e accumulatori portatili sono
calcolati annualmente dall'Istituto superiore per la protezione e  la
ricerca ambientale, di seguito: "ISPRA",  secondo  il  piano  di  cui
all'allegato  I,  sulla  base  dei  dati  dell'immesso  sul   mercato
trasmessi dai produttori ai sensi dell'articolo 15,  comma  3  e  dei
dati trasmessi dal Centro di coordinamento di cui all'articolo 16.