DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2008, n. 194

Disciplina delle modalita' di rifinanziamento dei controlli sanitari ufficiali in attuazione del regolamento (CE) n. 882/2004.

note: Entrata in vigore del decreto: 12-12-2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/06/2014)
Testo in vigore dal: 11-11-2012
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
  Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; 
  Vista la legge 25 febbraio 2008, n. 34,  recante  disposizioni  per
l'adempimento di  obblighi  derivanti  dall'appartenenza  dell'Italia
alle Comunita' europee (Legge comunitaria 2007),  ed  in  particolare
l'articolo 27; 
  Visto il decreto legislativo 30 gennaio 1993,  n.  27,  concernente
attuazione della direttiva 89/608/CEE relativa alla mutua  assistenza
tra autorita' amministrative per assicurare la corretta  applicazione
della legislazione veterinaria e zootecnica; 
  Visto il decreto legislativo 19 novembre 1998, n. 432,  concernente
attuazione delle direttive 93/118/CEE e 96/43/CEE  che  modificano  e
codificano la direttiva 85/73/CEE in materia di  finanziamento  delle
ispezioni e dei controlli veterinari degli animali vivi e  di  taluni
prodotti di origine animale, e successive modificazioni; 
  Visto il decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 123,  e  successive
modificazioni, ed in particolare l'articolo 4, comma 3; 
  Visto il decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 80; 
  Visto il decreto legislativo 17 giugno 2003,  n.  223,  concernente
attuazione  delle  direttive   2000/77/CE   e   2001/46/CE   relative
all'organizzazione    dei    controlli    ufficiali    nel    settore
dell'alimentazione animale; 
  Visto il regolamento (CE) n. 882/2004 del Parlamento europeo e  del
Consiglio, del 29 aprile 2004, relativo ai controlli ufficiali intesi
a verificare la conformita' alla normativa in materia di mangimi e di
alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali; 
  Vista la decisione 2007/275/CE della  Commissione,  del  17  aprile
2007, relativa agli elenchi degli animali e prodotti da sottoporre  a
controlli presso i posti  di  ispezione  frontaliera  a  norma  delle
direttive del Consiglio 91/496/CEE e 97/78/CE; 
  Considerato che ai sensi dell'articolo 26 del regolamento  (CE)  n.
882/2004 gli  Stati  membri  garantiscono  che,  per  predisporre  il
personale e le altre risorse necessarie per  i  controlli  ufficiali,
siano resi disponibili adeguati finanziamenti con ogni mezzo ritenuto
appropriato, anche mediante imposizione fiscale generale o stabilendo
diritti o tasse; 
  Vista la preliminare  deliberazione  del  Consiglio  dei  Ministri,
adottata nella riunione del 19 settembre 2008; 
  Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti  tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e  di  Bolzano,
reso nella seduta del 13 novembre 2008; 
  Acquisiti i pareri definitivi delle  competenti  Commissioni  della
Camera dei deputati e del Senato della Repubblica; 
  Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella
riunione del 19 novembre 2008; 
  Sulla proposta del Ministro per le politiche europee e del Ministro
del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con i
Ministri degli affari esteri, della giustizia, dell'economia e  delle
finanze, delle politiche agricole alimentari  e  forestali  e  per  i
rapporti con le regioni; 
 
                              E m a n a 
 
                  il seguente decreto legislativo: 
 
 
                               Art. 1. 
 
 
                        Campo di applicazione 
 
 
  1. Il presente decreto stabilisce le modalita' di finanziamento dei
controlli  sanitari  ufficiali,  disciplinati  al   titolo   II   del
regolamento (CE) n. 882/2004, eseguiti dalle autorita' competenti per
la verifica della conformita' alla normativa in materia di mangimi  e
di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali. 
  2. Per il finanziamento  dei  controlli  di  cui  al  comma  1,  si
applicano le tariffe previste negli  allegati  al  presente  decreto,
secondo le modalita' di cui all'articolo 2. 
  3. Le  tariffe  di  cui  al  presente  decreto,  che  sostituiscono
qualsiasi altra tariffa prevista per i controlli sanitari di  cui  al
comma 1, sono a carico degli operatori dei  settori  interessati  dai
controlli di cui al comma  1.  E'  fatta  salva  la  possibilita'  di
stabilire, con decreto del Ministro del lavoro, della salute e  delle
politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e  delle
finanze, uno specifico contributo per la lotta contro le epizoozie  e
le malattie enzootiche, sentita la Conferenza Stato-regioni. 
  3-bis.  Sono  esclusi  dall'ambito  di  applicazione  del  presente
decreto gli imprenditori agricoli per l'esercizio delle attivita'  di
cui all'articolo 2135 del codice civile.  ((L'esclusione  si  applica
per le attivita' di cui all'allegato A, Sezione 8, sempre  che  siano
esercitate nei limiti delle fasce ivi previste.))