DECRETO LEGISLATIVO 30 maggio 2008, n. 109

Attuazione della direttiva 2006/24/CE riguardante la conservazione dei dati generati o trattati nell'ambito della fornitura di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico o di reti pubbliche di comunicazione e che modifica la direttiva 2002/58/CE.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 3/7/2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 02/10/2008)
Testo in vigore dal: 3-7-2008
attiva riferimenti normativi
                               Art. 3.
Categorie  di  dati  da  conservare  per  gli  operatori di telefonia
                   e di comunicazione elettronica

  1.  Le  categorie  di  dati  da  conservare per le finalita' di cui
all'articolo 132 del Codice sono le seguenti:
    a) i  dati  necessari per rintracciare e identificare la fonte di
una comunicazione:
      1) per la telefonia di rete fissa e la telefonia mobile:
        1.1 numero telefonico chiamante;
        1.2 nome e indirizzo dell'abbonato o dell'utente registrato;
      2) per l'accesso internet:
        2.1 nome e indirizzo dell'abbonato o dell'utente registrato a
cui  al momento della comunicazione sono stati univocamente assegnati
l'indirizzo  di protocollo internet (IP), un identificativo di utente
o un numero telefonico;
      3) per la posta elettronica:
        3.1  indirizzo IP utilizzato e indirizzo di posta elettronica
ed eventuale ulteriore identificativo del mittente;
        3.2  indirizzo IP e nome a dominio pienamente qualificato del
mail  exchanger  host,  nel  caso  della  tecnologia  SMTP  ovvero di
qualsiasi  tipologia  di  host  relativo  ad  una  diversa tecnologia
utilizzata per la trasmissione della comunicazione;
      4) per la telefonia, invio di fax, sms e mms via internet:
        4.1  indirizzo  IP,  numero  telefonico  ed  eventuale  altro
identificativo dell'utente chiamante;
        4.2  dati anagrafici dell'utente registrato che ha effettuato
la comunicazione;
    b) i   dati   necessari   per   rintracciare  e  identificare  la
destinazione di una comunicazione:
      1) per la telefonia di rete fissa e la telefonia mobile:
        1.1  numero composto, ovvero il numero o i numeri chiamati e,
nei  casi  che  comportano  servizi supplementari come l'inoltro o il
trasferimento  di chiamata, il numero o i numeri a cui la chiamata e'
trasmessa;
        1.2 nome e indirizzo dell'abbonato o dell'utente registrato;
      2) per la posta elettronica:
        2.1  indirizzo  di  posta elettronica, ed eventuale ulteriore
identificativo, del destinatario della comunicazione;
        2.2  indirizzo IP e nome a dominio pienamente qualificato del
mail  exchanger  host  (nel  caso  della  tecnologia SMTP), ovvero di
qualsiasi  tipologia di host (relativamente ad una diversa tecnologia
utilizzata), che ha provveduto alla consegna del messaggio;
        2.3  indirizzo  IP  utilizzato  per  la  ricezione  ovvero la
consultazione   dei  messaggi  di  posta  elettronica  da  parte  del
destinatario  indipendentemente  dalla  tecnologia  o  dal protocollo
utilizzato;
      3) telefonia, invio di fax, sms e mms via internet:
        3.1  indirizzo  IP,  numero  telefonico  ed  eventuale  altro
identificativo dell'utente chiamato;
        3.2 dati anagrafici dell'utente registrato che ha ricevuto la
comunicazione;
        3.3  numero o numeri a cui la chiamata e' trasmessa, nei casi
di  servizi  supplementari  come  l'inoltro  o  il  trasferimento  di
chiamata;
    c) i dati necessari per determinare la data, l'ora e la durata di
una comunicazione:
      1) per la telefonia di rete fissa e la telefonia mobile, data e
ora dell'inizio e della fine della comunicazione;
      2) per l'accesso internet :
        2.1 data e ora (GMT) della connessione e della disconnessione
dell'utente    del   servizio   di   accesso   internet,   unitamente
all'indirizzo  IP,  dinamico  o  statico,  univocamente assegnato dal
fornitore  di accesso internet a una comunicazione e l'identificativo
dell'abbonato o dell'utente registrato;
      3) per la posta elettronica:
        3.1 data e ora (GMT) della connessione e della disconnessione
dell'utente   del  servizio  di  posta  elettronica  su  internet  ed
indirizzo  IP  utilizzato,  indipendentemente  dalla tecnologia e dal
protocollo impiegato;
      4) per la telefonia, invio di fax, sms e mms via internet:
        4.1 data e ora (GMT) della connessione e della disconnessione
dell'utente  del  servizio  utilizzato  su  internet  ed indirizzo IP
impiegato, indipendentemente dalla tecnologia e dal protocollo usato;
    d) i dati necessari per determinare il tipo di comunicazione:
      1)  per  la  telefonia  di rete fissa e la telefonia mobile: il
servizio telefonico utilizzato;
      2)  per  la posta elettronica internet e la telefonia internet:
il servizio internet utilizzato;
    e) i   dati   necessari   per   determinare  le  attrezzature  di
comunicazione  degli  utenti  o  quello che si presume essere le loro
attrezzature:
      1)  per la telefonia di rete fissa, numeri telefonici chiamanti
e chiamati;
      2) per la telefonia mobile:
        2.1 numeri telefonici chiamanti e chiamati;
        2.2  International  Mobile  Subscriber  Identity  (IMSI)  del
chiamante;
        2.3   International  Mobile  Equipment  Identity  (IMEI)  del
chiamante;
        2.4 l'IMSI del chiamato;
        2.5 l'IMEI del chiamato;
        2.6  nel  caso dei servizi prepagati anonimi, la data e l'ora
dell'attivazione  iniziale  della  carta  e l'etichetta di ubicazione
(Cell ID) dalla quale e' stata effettuata l'attivazione;
      3)  per l'accesso internet e telefonia, invio di fax, sms e mms
via internet:
        3.1  numero  telefonico  chiamante  per  l'accesso  commutato
(dial-up access);
        3.2   digital   subscriber  line  number  (DSL)  o  un  altro
identificatore finale di chi e' all'origine della comunicazione;
    f) i   dati   necessari   per   determinare   l'ubicazione  delle
apparecchiature di comunicazione mobile:
      1)   etichetta   di   ubicazione  (Cell  ID)  all'inizio  della
comunicazione;
      2)  dati  per  identificare l'ubicazione geografica della cella
facendo  riferimento  alle loro etichette di ubicazione (Cell ID) nel
periodo in cui vengono conservati i dati sulle comunicazioni.
  2.  Con  decreto  del  Presidente  del Consiglio dei Ministri o del
Ministro delegato per la pubblica amministrazione e l'innovazione, di
concerto  con  i  Ministri  per  le politiche europee, dello sviluppo
economico,  dell'interno,  della  giustizia,  dell'economia  e  delle
finanze e della difesa, sentito il Garante per la protezione dei dati
personali,  possono essere specificati, ove si renda necessario anche
al  fine  dell'adeguamento  all'evoluzione  tecnologica e nell'ambito
delle  categorie di dati di cui alle lettere da a) ad f) del comma 1,
i dati da conservare.
          Nota all'art. 3:

              - Per   il  testo  dell'art.  132  del  citato  decreto
          legislativo n. 196 del 2003, si veda la nota all'art. 2.