DECRETO LEGISLATIVO 19 novembre 2007, n. 251

Attuazione della direttiva 2004/83/CE recante norme minime sull'attribuzione, a cittadini di Paesi terzi o apolidi, della qualifica del rifugiato o di persona altrimenti bisognosa di protezione internazionale, nonche' norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 19/1/2008 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/12/2018)
Testo in vigore dal: 22-3-2014
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 26. 
                       Accesso all'istruzione 
  1. I minori titolari dello status di rifugiato o  dello  status  di
protezione sussidiaria hanno accesso agli  studi  di  ogni  ordine  e
grado, secondo le modalita' previste per il cittadino italiano. 
  2. I maggiorenni, titolari dello status di rifugiato o dello status
di protezione sussidiaria, hanno diritto di accedere  al  sistema  di
istruzione   generale   e   di   aggiornamento   e    perfezionamento
professionale nei limiti e  nei  modi  stabiliti  per  gli  stranieri
regolarmente soggiornanti. 
  3. Si  applicano  ai  titolari  dello  status  di  rifugiato  o  di
protezione sussidiaria le disposizioni concernenti il  riconoscimento
di diplomi, certificati ed altri titoli  stranieri  per  i  cittadini
italiani. 
  ((3-bis. Per il riconoscimento delle qualifiche professionali,  dei
diplomi, dei certificati e di altri titoli conseguiti all'estero  dai
titolari dello status di  rifugiato  o  dello  status  di  protezione
sussidiaria,  le  amministrazioni  competenti   individuano   sistemi
appropriati di valutazione, convalida e accreditamento che consentono
il riconoscimento dei titoli ai sensi dell'articolo  49  del  decreto
del Presidente della Repubblica 31 agosto  1999,  n.  394,  anche  in
assenza di certificazione da  parte  dello  Stato  in  cui  e'  stato
ottenuto il titolo, ove l'interessato dimostra di non poter acquisire
detta certificazione.))