DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n. 152

Norme in materia ambientale.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 29/4/2006, ad eccezione delle disposizioni della Parte seconda che entrano in vigore il 12/8/2006. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/11/2021)
vigente al 08/12/2021
Testo in vigore dal: 26-8-2010
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               ART. 3 
        (criteri per l'adozione dei provvedimenti successivi) 
 
   1. ((COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 29 GIUGNO 2010, N. 128)). 
   2. ((COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 29 GIUGNO 2010, N. 128)). 
   ((3.  Per  la  modifica  e  l'integrazione  dei   regolamenti   di
attuazione  ed  esecuzione  in  materia   ambientale,   il   Ministro
dell'ambiente e della tutela  del  territorio  acquisisce,  entro  30
giorni dalla richiesta, il parere  delle  rappresentanze  qualificate
degli interessi economici e sociali presenti nel Consiglio  economico
e sociale per le politiche ambientali (CESPA), senza nuovi o maggiori
oneri a carico della finanza pubblica.)) ((40)) 
   4. ((COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 29 GIUGNO 2010, N. 128)). 
   5. ((COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 29 GIUGNO 2010, N. 128)). 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (40) 
  Il D.Lgs. 29 giugno 2010, n. 128 ha disposto (con l'art.  4,  comma
2) che "Nel decreto  legislativo  3  aprile  2006,  n.  152,  ovunque
ricorrano, le parole "Ministero  dell'ambiente  e  della  tutela  del
territorio", sono sostituite dalle seguenti: "Ministero dell'ambiente
e della tutela del territorio  e  del  mare",  le  parole:  "Ministro
dell'ambiente e della tutela del territorio"  sono  sostituite  dalle
seguenti: "Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del
mare", le parole "Agenzia per la protezione  dell'ambiente  e  per  i
servizi tecnici" sono sostituite dalle seguenti: "Istituto  superiore
per la protezione e la ricerca ambientale", e  la  parola  "APAT"  e'
sostituita dalla seguente: "ISPRA"".