DECRETO LEGISLATIVO 24 gennaio 2006, n. 36

((Attuazione della direttiva (UE) 2019/1024 relativa all'apertura dei dati e al riutilizzo dell'informazione del settore pubblico che ha abrogato la direttiva 2003/98/CE))

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/3/2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/11/2021)
Testo in vigore dal: 15-12-2021
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6. 
 
                    (( (Formati disponibili). )) 
 
  ((1.  Le  pubbliche  amministrazioni,  gli  organismi  di   diritto
pubblico e le imprese  pubbliche  mettono  a  disposizione  i  propri
documenti, ove possibile insieme ai rispettivi metadati,  secondo  le
modalita' e i formati previsti  dall'articolo  2,  lettere  c-bis)  e
c-ter), nel rispetto delle regole tecniche di cui all'articolo 12. 
  2. Le pubbliche amministrazioni e gli organismi di diritto pubblico
non hanno l'obbligo di adeguare i documenti o di  crearne  nuovi  per
soddisfare  la  richiesta,  ne'  l'obbligo  di  fornire  estratti  di
documenti se cio' comporta difficolta' sproporzionate, che  implicano
attivita'  eccedenti  la   semplice   manipolazione.   Le   pubbliche
amministrazioni e gli organismi di  diritto  pubblico  provvedono  ai
sensi del periodo precedente con provvedimento motivato. 
  3. Le pubbliche amministrazioni e gli organismi di diritto pubblico
non hanno l'obbligo di continuare a produrre e a  conservare  in  uno
specifico formato i documenti per permetterne il riutilizzo. 
  4. Le pubbliche amministrazioni, gli organismi di diritto  pubblico
e le imprese pubbliche producono e rendono  disponibili  i  documenti
che  rientrano  nell'ambito  di  applicazione  del  presente  decreto
legislativo   secondo   il   principio   dell'apertura   fin    dalla
progettazione e per impostazione predefinita. 
  5. Fermo quanto previsto dal comma 2, le pubbliche  amministrazioni
e gli organismi  di  diritto  pubblico  rendono  disponibili  i  dati
dinamici per il riutilizzo immediatamente dopo  la  raccolta  tramite
API adeguate e, ove possibile, come download in blocco. 
  6. Nei casi in cui l'espletamento dell'attivita' di  cui  al  comma
precedente ecceda le capacita' finanziarie e tecniche delle pubbliche
amministrazioni e degli organismi di diritto pubblico, imponendo  uno
sforzo sproporzionato, i dati dinamici sono resi disponibili  per  il
riutilizzo entro un termine e con temporanee restrizioni tecniche, da
definirsi con apposito provvedimento dei titolari dei suddetti  dati,
tali da non  pregiudicare  indebitamente  lo  sfruttamento  del  loro
potenziale economico e sociale. 
  7. I commi precedenti si applicano anche ai documenti delle imprese
pubbliche e delle  imprese  private  di  cui  all'articolo  1,  comma
2-quater, resi disponibili per il riutilizzo. 
  8. Le serie di dati di elevato valore, di cui  all'articolo  12-bis
sono messe a disposizione per  il  riutilizzo  in  formato  leggibile
meccanicamente, tramite opportune API e, ove possibile, come download
in blocco. 
  9. Nel caso  in  cui  l'espletamento  dell'attivita'  del  comma  8
coinvolga dati territoriali e del monitoraggio ambientale,  necessari
per gli scopi delle politiche ambientali e delle  politiche  o  delle
attivita' che possono avere ripercussioni sull'ambiente si  applicano
le regole tecniche definite dalla Direttiva 2007/2/CE del  Parlamento
Europeo e del Consiglio del 14 marzo 2007.))