DECRETO LEGISLATIVO 7 settembre 2005, n. 209

Codice delle assicurazioni private.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/04/2022)
Testo in vigore dal: 9-2-2021
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 311-ter. 
 
             (Ordine di porre termine alle violazioni). 
 
  1. Per le violazioni previste dall'articolo 310, comma  1,  lettera
a) ((e per quelle di cui alla lettera c), limitatamente  all'articolo
183)), ((...)), l'IVASS puo', in alternativa  all'applicazione  delle
sanzioni   amministrative   pecuniarie,   applicare   nei   confronti
dell'impresa una sanzione consistente  nell'ordine  di  eliminare  le
infrazioni, anche indicando le misure da adottare e  il  termine  per
l'adempimento. 
  2. Per  l'inosservanza  dell'ordine  entro  il  termine  stabilito,
l'IVASS  applica  le  sanzioni  amministrative  pecuniarie   previste
dall'articolo 310, comma 1, secondo i  criteri  di  cui  all'articolo
311-quinquies;  l'importo  delle  sanzioni   cosi'   determinato   e'
aumentato  sino  a  un  terzo  rispetto  a  quello  previsto  per  la
violazione  originaria,  fermi   restando   i   massimali   stabiliti
dall'articolo 310. 
                                                                 (45) 
 
------------ 
AGGIORNAMENTO (45) 
  Il D.Lgs. 21 maggio 2018, n. 68 ha disposto (con l'art. 4, comma 3)
che "Le modifiche apportate al Titolo XVIII del decreto legislativo 7
settembre 2005, n. 209, si applicano alle  violazioni  commesse  dopo
l'entrata in vigore delle disposizioni adottate dall'IVASS  ai  sensi
dell'art. 331-bis del medesimo decreto legislativo.  Alle  violazioni
commesse prima della data di entrata  in  vigore  delle  disposizioni
adottate dall'IVASS continuano ad  applicarsi  le  norme  del  Titolo
XVIII del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, vigenti prima
della data di entrata in vigore del presente decreto". 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 4, comma 7) che "Le disposizioni di
cui agli articoli 1 e 2  del  presente  decreto  legislativo  trovano
applicazione dal 1° ottobre 2018,  conformemente  a  quanto  previsto
dalla direttiva (UE) 2018/411 del Parlamento europeo e del Consiglio,
che modifica la direttiva (UE) 2016/97 per quanto riguarda la data di
applicazione delle misure di recepimento degli Stati membri".