DECRETO LEGISLATIVO 7 settembre 2005, n. 209

Codice delle assicurazioni private.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-1-2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/04/2022)
Testo in vigore dal: 9-2-2021
aggiornamenti all'articolo
                           Art. 10-quater. 
 
         (Sistemi interni di segnalazione delle violazioni). 
 
  1. Le imprese di assicurazione o di riassicurazione ((e  le  ultime
societa'  controllanti  di  cui  all'articolo  210,  comma  2)),  gli
intermediari assicurativi e riassicurativi, inclusi gli  intermediari
assicurativi a titolo accessorio, adottano procedure  specifiche  per
la segnalazione al proprio interno, da parte del personale, di atti o
fatti che possano costituire  violazioni  delle  norme  disciplinanti
((l'attivita' assicurativa e distributiva svolta)). 
  2. Le procedure previste al comma 1 sono idonee a garantire: 
    a) la riservatezza  dei  dati  personali  del  segnalante  e  del
presunto responsabile della violazione, ferme restando le regole  che
disciplinano le indagini  o  i  procedimenti  avviati  dall'autorita'
amministrativa o giudiziaria in  relazione  ai  fatti  oggetto  della
segnalazione; 
    b) la protezione adeguata ((del personale)) dei soggetti  di  cui
al comma 1 e, ove possibile, di  altre  persone  che  riferiscono  di
violazioni  commesse   all'interno   degli   stessi   almeno   contro
ritorsioni, discriminazioni e altri tipi di trattamento iniquo; 
    c)  un  canale  specifico,  indipendente  ed  autonomo   per   la
segnalazione. 
  3. Fuori dei  casi  di  responsabilita'  a  titolo  di  calunnia  o
diffamazione, ovvero per lo stesso titolo ai sensi dell'articolo 2043
del codice civile, la presentazione di una  segnalazione  nell'ambito
della procedura di cui al comma 1 non  costituisce  violazione  degli
obblighi derivanti dal rapporto di lavoro. 
  4. La disposizione di cui all'articolo  7,  comma  2,  del  decreto
legislativo 30 giugno 2003, n.  196,  non  trova  applicazione  avuto
riguardo all'eta' del segnalante, che puo' essere rivelata  solo  con
il suo consenso quando la conoscenza sia indispensabile per la difesa
del segnalato. Le imprese di assicurazione o di riassicurazione,  gli
intermediari assicurativi e riassicurativi, inclusi gli  intermediari
assicurativi  a  titolo  accessorio  osservano  le  disposizioni   di
attuazione del presente articolo emanate dall'IVASS. 
                                                                 (45) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (45) 
  Il D.Lgs. 21 maggio 2018, n. 68 ha disposto (con l'art. 4, comma 7)
che "Le disposizioni di cui agli articoli 1 e 2 del presente  decreto
legislativo trovano applicazione dal 1° ottobre 2018, conformemente a
quanto previsto dalla direttiva (UE) 2018/411 del Parlamento  europeo
e del Consiglio, che modifica la direttiva (UE)  2016/97  per  quanto
riguarda la data di applicazione delle misure  di  recepimento  degli
Stati membri".