DECRETO LEGISLATIVO 12 aprile 2001, n. 210

Attuazione della direttiva 98/26/CE sulla definitivita' degli ordini immessi in un sistema di pagamento o di regolamento titoli.

note: Entrata in vigore del decreto: 22-6-2001 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/11/2021)
Testo in vigore dal: 23-8-2012
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
               Apertura della procedura di insolvenza 
 
  1. Ai fini del presente decreto si considera momento di apertura di
una procedura di insolvenza in Italia il giorno, l'ora e il minuto in
cui si producono gli  effetti  di  sospensione  dei  pagamenti  delle
passivita'  e  della  restituzione  dei  beni  ai  terzi  secondo  le
disposizioni applicabili alle singole procedure. 
  2. Nel caso delle procedure di liquidazione  coatta  amministrativa
previste dal testo unico bancario  e  dal  testo  unico  finanza  gli
effetti di cui al comma 1 si producono dal momento  dell'insediamento
dei commissari liquidatori, e comunque dal  terzo  giorno  successivo
alla data del provvedimento che dispone la liquidazione.  Il  momento
dell'insediamento dei commissari liquidatori e' rilevato dalla  Banca
d'Italia sulla base del processo verbale di cui all'articolo  85  del
testo unico bancario. 
  3. Nel caso di pronuncia dell'autorita' giudiziaria gli effetti  di
cui al comma 1 si producono dal momento del deposito della  sentenza,
che a tal fine deve essere attestato in  calce  dal  cancelliere  con
l'indicazione anche dell'ora e del minuto. 
  4. L'autorita' giudiziaria  o  amministrativa  competente  comunica
immediatamente  alla  Banca  d'Italia,  anche  per  via   telematica,
l'apertura della procedura d'insolvenza. 
  5. La Banca d'Italia riceve la notifica dell'apertura di  procedure
di insolvenza negli altri Stati membri dell'Unione europea. 
  ((6. La Banca d'Italia comunica immediatamente  l'apertura  di  una
procedura d'insolvenza in Italia alla Consob e ai  sistemi  italiani,
nonche' al CERS, alle autorita' designate dagli  altri  Stati  membri
dell'Unione europea, all'AESFEM e alla  Banca  centrale  europea.  La
Banca d'Italia comunica immediatamente l'apertura  di  una  procedura
d'insolvenza in un altro Stato membro dell'Unione europea alla Consob
e ai sistemi italiani, notificata ai sensi del comma 5.)) 
  7. Si considera momento di apertura di una procedura di  insolvenza
in un altro Stato membro dell'Unione europea il giorno,  l'ora  e  il
minuto in cui si producono gli effetti della procedura di insolvenza,
se la notifica indicata nel comma  5  perviene  alla  Banca  d'Italia
entro lo stesso giorno. In ogni altro caso, si considera  momento  di
apertura quello in cui i sistemi  italiani  sono  comunque  informati
dell'apertura della procedura di insolvenza. 
  8.  Se  una  procedura  d'insolvenza  aperta  in  uno   Stato   non
appartenente all'Unione europea produce gli effetti di cui al comma 1
nel territorio italiano,  si  considera  momento  di  apertura  della
procedura quello in cui i sistemi italiani  sono  comunque  informati
dell'apertura della procedura. 
  9. Nei casi di cui ai commi 7,  secondo  periodo,  e  8  i  sistemi
italiani comunicano immediatamente alla Banca d'Italia il  momento  e
le modalita' con le quali sono stati  informati  dell'apertura  della
procedura.