DECRETO LEGISLATIVO 22 dicembre 2000, n. 395

Attuazione della direttiva del Consiglio dell'Unione europea n. 98/76/CE del 1o ottobre 1998, modificativa della direttiva n. 96/26/CE del 29 aprile 1996 riguardante l'accesso alla professione di trasportatore su strada di merci e di viaggiatori, nonche' il riconoscimento reciproco di diplomi, certificati e altri titoli allo scopo di favorire l'esercizio della liberta' di stabilimento di detti trasportatori nel settore dei trasporti nazionali ed internazionali.

note: Entrata in vigore del decreto: 31-12-2000 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 12/09/2014)
Testo in vigore dal: 27-2-2002
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 8
                  Esame di idoneita' professionale

  ((1. Le prove scritte che costituiscono l'esame di cui all'articolo
7, commi 2, 3 e 4, consistono in:
    a)  sessanta  domande  con risposta a scelta fra quattro risposte
alternative;
    b) una esercitazione su un caso pratico.)) ((2))
  2.  Per  l'esecuzione  di  ciascuna  delle prove di cui al comma 1,
lettere  a) e b), il candidato dispone di due ore; per la valutazione
della  prova  di  cui  al  comma  1, lettera a), sono attribuibili al
massimo  sessanta  punti;  per  la  valutazione della prova di cui al
comma 1, lettera b), sono attribuibili al massimo quaranta punti.
  ((3.  Per  gli  effetti  dell'articolo  7,  commi 2 e 3, l'esame e'
superato  se il candidato ottiene almeno trenta punti per la prova di
cui al comma 1, lettera a), almeno venti punti per la prova di cui al
comma  1,  lettera  b), ed un punteggio complessivo, risultante dalla
somma dei punteggi di entrambe le prove, di almeno sessanta punti.
  4. Per gli effetti dell'articolo 7, comma 4, l'esame e' superato se
il candidato ottiene almeno trenta punti per la prova di cui al comma
1,  lettera  a),  almeno sedici punti per la prova di cui al comma 1,
lettera  b),  ed un punteggio complessivo, risultante dalla somma dei
punteggi di entrambe le prove, di almeno sessanta punti.
  5.   A   cura   della  competente  struttura  del  Ministero  delle
infrastrutture  e dei trasporti, sono resi pubblici l'elenco generale
dei quesiti per la prova di cui al comma 1, lettera a), e dei tipi di
esercitazione per la prova di cui al comma 1, lettera b).)) ((2))
  6.  Possono  partecipare  alle  prove  d'esame di cui al comma 1 le
persone,   maggiori  d'eta',  non  interdette  giudizialmente  e  non
inabilitate  che abbiano assolto all'obbligo scolastico e superato un
corso  di  istruzione  secondaria di secondo grado ovvero un corso di
preparazione  agli esami di cui al presente articolo presso organismi
autorizzati.  Esse  sostengono tali prove d'esame presso la provincia
nel  cui  territorio  hanno  la  residenza  anagrafica o l'iscrizione
nell'anagrafe degli italiani residenti all'estero ovvero, in mancanza
di queste, la residenza normale.
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  Il  D.Lgs.  28  dicembre  2001,  n. 478 ha disposto (con l'art. 22,
comma  1)  che le presenti modifiche hanno efficacia dal giorno della
pubblicazione del suddetto decreto.