DECRETO LEGISLATIVO 8 maggio 1998, n. 178

Trasformazione degli Istituti superiori di educazione fisica e istituzione di facolta' e di corsi di laurea e di diploma in scienze motorie, a norma dell'articolo 17, comma 115, della legge 15 maggio 1997, n. 127.

note: Entrata in vigore del decreto: 23-6-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/10/1999)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 27-10-1999
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4.
          Istituto universitario di scienze motorie di Roma
  1.  L'ISEF di Roma e' trasformato in istituto universitario statale
e  assume  la  denominazione  di  Istituto  universitario  di scienze
motorie.  Allo  stesso  si  applicano  le disposizioni vigenti per le
universita'  e  per gli istituti di istruzione universitaria statali.
Il  corso  di  laurea  in  scienze  motorie  e'  attivato a decorrere
dall'anno accademico 1999-2000. Per il passaggio dal vecchio al nuovo
ordinamento si applicano le disposizioni di cui all'articolo 8.
  2.  L'Istituto universitario di scienze motorie subentra in tutti i
rapporti giuridici attivi e passivi facenti capo all'ISEF di Roma.
  3. Entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente
decreto  il  Ministro  nomina  un  comitato  tecnico  di  ((  sei  ))
componenti,  scelti  fra  professori universitari od altri esperti ((
anche  stranieri  )) delle aree disciplinari interessate, assicurando
anche  una  presenza  degli  attuali  docenti  dell'ISEF  di Roma. Il
comitato  sovrintende all'organizzazione del nuovo istituto, provvede
agli  adempimenti  connessi all'avvio delle attivita' e predispone lo
statuto e il regolamento didattico della facolta', nonche' quello per
l'amministrazione,  la  finanza  e  la  contabilita'.  Lo statuto e i
regolamenti  sono  soggetti ai controlli del Ministero ai sensi degli
articoli 6 e 7 della legge 9 maggio 1989, n. 168.
  4. Il comitato dura in carica (( tre anni )) accademici e assume le
funzioni  del  consiglio  di amministrazione, nonche' le attribuzioni
del  consiglio  di  facolta'  fino  all'assegnazione  all'Istituto di
almeno  cinque  docenti  universitari  di  ruolo, di cui tre di prima
fascia  e  due  di  seconda. Il presidente del comitato, eletto tra i
suoi   componenti,   assume   le  funzioni  temporanee  di  direttore
dell'Istituto.
  5.  Il  personale  tecnico e amministrativo dell'ISEF di Roma resta
assegnato  all'Istituto  universitario  di  scienze  motorie  e viene
inquadrato   nei   ruoli   universitari   mantenendo   la  qualifica,
l'anzianita'  maturata  ed  il  trattamento  economico complessivo in
godimento.