DECRETO LEGISLATIVO 24 febbraio 1998, n. 58

Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, ai sensi degli articoli 8 e 21 della legge 6 febbraio 1996, n. 52.

note: Entrata in vigore del decreto: 1-7-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 02/09/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 26-8-2017
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5 
               Finalita' e destinatari della vigilanza 
 
  1. La vigilanza sulle attivita' disciplinate dalla  presente  parte
ha per obiettivi: 
    a) la salvaguardia della fiducia nel sistema finanziario; 
    b) la tutela degli investitori; 
    c) la stabilita' e il buon funzionamento del sistema finanziario;
d) la competitivita' del sistema finanziario; 
    e) l'osservanza delle disposizioni in materia finanziaria. 
  2. Per il perseguimento degli obiettivi di cui al comma 1, la Banca
d'Italia e'  competente  per  quanto  riguarda  il  contenimento  del
rischio, la stabilita' patrimoniale e la  sana  e  prudente  gestione
degli intermediari. 
  3. Per il perseguimento degli obiettivi  di  cui  al  comma  1,  la
Consob  e'  competente  per  quanto  riguarda  la  trasparenza  e  la
correttezza dei comportamenti. 
  4. La Banca d'Italia e la Consob esercitano i poteri  di  vigilanza
nei confronti dei soggetti abilitati; ciascuna vigila sull'osservanza
delle disposizioni legislative e regolamentari secondo le  competenze
definite dai commi 2 e 3. 
  5. La Banca d'Italia e la CONSOB operano in modo  coordinato  anche
al fine  di  ridurre  al  minimo  gli  oneri  gravanti  sui  soggetti
abilitati  e  si  danno  reciproca  comunicazione  dei  provvedimenti
assunti e delle irregolarita' rilevate nell'esercizio  dell'attivita'
di vigilanza. 
  5-bis. La Banca  d'Italia  e  la  Consob,  al  fine  di  coordinare
l'esercizio delle proprie funzioni  di  vigilanza  e  di  ridurre  al
minimo gli  oneri  gravanti  sui  soggetti  abilitati,  stipulano  un
protocollo d'intesa, avente ad oggetto: 
    a) i compiti di ciascuna e le  modalita'  del  loro  svolgimento,
secondo il criterio della prevalenza delle funzioni di cui ai commi 2
e 3; 
    b)  lo  scambio  di  informazioni,  anche  con  riferimento  alle
irregolarita' rilevate  e  ai  provvedimenti  assunti  nell'esercizio
dell'attivita' di vigilanza. 
  5-ter. Il protocollo  d'intesa  di  cui  al  comma  5-bis  e'  reso
pubblico dalla Banca d'Italia e dalla Consob con le modalita' da esse
stabilite ((...)). ((73)) 
 
 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (73) 
  Il D.Lgs. 3 agosto 2017, n. 129 ha disposto (con l'art.  10,  comma
2) che "Le disposizioni del decreto legislativo 24 febbraio 1998,  n.
58, modificate dal presente decreto, si applicano dal 3 gennaio 2018,
fatto salvo  quanto  diversamente  previsto  dall'articolo  93  della
direttiva 2014/65/UE, con riferimento dell'articolo 65, paragrafo  2,
della direttiva medesima, le cui disposizioni attuative si  applicano
dal 3 settembre 2019, e dall'articolo  55  del  regolamento  (UE)  n.
600/2014, e successive modificazioni,  nonche'  dal  comma  3.  [...]
Fermo restando quanto previsto dalle disposizioni dell'Unione europea
direttamente  applicabili,  le  disposizioni  emanate   dalla   Banca
d'Italia  e  dalla  Consob,  anche  congiuntamente,   ai   sensi   di
disposizioni  del  decreto  legislativo  24  febbraio  1998,  n.  58,
abrogate o modificate  dal  presente  decreto,  continuano  a  essere
applicate fino alla data  di  entrata  in  vigore  dei  provvedimenti
emanati dalla Banca d'Italia  o  dalla  Consob  nelle  corrispondenti
materie".