DECRETO LEGISLATIVO 18 novembre 1997, n. 426

Trasformazione dell'ente pubblico "Centro sperimentale di cinematografia" nella fondazione "Scuola nazionale di cinema".

note: Entrata in vigore del decreto: 27-12-1997 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/02/2004)
Testo in vigore dal: 24-2-2004
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9 
                Disponibilita' finanziarie e gestione 
 
  1. La ((Fondazione Centro sperimentale di cinematografia)) provvede
ai suoi compiti con: 
a) i redditi del suo patrimonio, fermo quanto previsto  dall'articolo
3, comma 3; 
b) i  contributi  ordinari  dello  Stato,  destinati  alle  finalita'
   istituzionali  della  fondazione,  stanziati  con   determinazione
   triennale, negli stati di previsione della spesa del Ministero per
   i beni e le attivita' culturali, con riferimento  al  Fondo  unico
   dello spettacolo; 
d)  eventuali  proventi  di  gestione,  anche  con  riferimento  alla
utilizzazione dei teatri di posa e delle altre strutture; 
e) eventuali  contribuiti  ed  assegnazioni,  anche   a   titolo   di
   sponsorizzazione, da parte di altri soggetti  o  enti  pubblici  o
   privati, italiani e stranieri; 
f) eventuali altre entrate,  derivanti  dall'esercizio  di  attivita'
   commerciali ((, nel rispetto dei limiti cui all'articolo 3,  comma
   3)). 
  1-bis. Ai fini dell'assegnazione del contributo di cui al comma  1,
lettera b), la ((Fondazione Centro sperimentale  di  cinematografia))
presenta ogni tre anni, entro il 31 ottobre dell'anno antecedente  al
triennio di riferimento, un programma delle attivita', con  relazione
finanziaria ed evidenziazione delle somme necessarie al perseguimento
delle singole finalita' istituzionali. Il contributo, di  misura  non
inferiore all'8  per  cento  della  quota  del  Fondo  unico  per  lo
spettacolo destinato al cinema, e' assegnato, sentita la  commissione
consultiva per il cinema, con decreto del Ministro per i  beni  e  le
attivita' culturali,  avente  efficacia  triennale,  salvo  revoca  o
modificazioni. 
  2. La gestione finanziaria e' soggetta al controllo della Corte dei
conti alle condizioni e con le modalita' di cui alla legge  21  marzo
1958, n. 259. 
  3. La  ((Fondazione  Centro  sperimentale  di  cinematografia)),  a
partire dal 1 gennaio dell'anno  solare  successivo  a  quello  della
trasformazione, anche quando non esercita attivita' commerciale, deve
tenere  i  libri  e   le   altre   scritture   contabili   prescritti
dall'articolo 2214 del codice civile e deve redigere il  bilancio  di
esercizio secondo le disposizioni degli articoli 2423 e seguenti  del
codice civile, in quanto compatibili.