DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1997, n. 184

Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria ai fini pensionistici.

note: Entrata in vigore del decreto: 12-7-1997 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/01/2019)
Testo in vigore dal: 1-1-2001
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
Estensione del regime della prosecuzione volontaria INPS  alle  altre
                         forme di previdenza 
 
  1.  Le  disposizioni  di  cui  al  decreto  del  Presidente   della
Repubblica 31 dicembre 1971, n. 1432, e alla legge 18 febbraio  1983,
n. 47, e successive modificazioni ed  integrazioni,  come  modificate
dal presente capo, sono estese agli iscritti ai fondi sostitutivi  ed
esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria ed  alla  gestione
di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335. 
  2. L'autorizzazione alla prosecuzione  volontaria  e'  concessa  se
l'assicurato nel quinquennio precedente la domanda puo'  far  valere,
nell'assicurazione generale obbligatoria ovvero nel fondo sostitutivo
o esclusivo della medesima presso il quale  chiede  di  effettuare  i
versamenti  volontari,  uno  dei  seguenti  requisiti  di   effettiva
contribuzione, anche non continuativa: 
    a) 36 contributi mensili; 
    b) 156 contributi settimanali; 
    c) 279 contributi giornalieri agricoli per gli uomini; 
    d) 186 contributi giornalieri agricoli per le donne e i giovani; 
    e) 65 settimane per  i  lavoratori  addetti  esclusivamente  alle
lavorazioni  di  cui  agli  articoli  40,  n.  9,  e  76  del   regio
decreto-legge 4 ottobre 1935, n. 1827, convertito, con modificazioni,
dalla legge 6 aprile 1936, n. 1155. 
Resta fermo il requisito di anzianita' contributiva ridotta  previsto
dagli articoli 7 e 8 del decreto legislativo 16  settembre  1996,  n.
564, che trova applicazione anche per i casi di assicurazione di  cui
all'articolo 2, comma 26, della citata legge n. 335 del 1995. 
((2-bis. L'autorizzazione alla prosecuzione  volontaria  e'  altresi'
concessa  in  presenza  dei  requisiti  di   cui   al   terzo   comma
dell'articolo 1 della legge 18 febbraio 1983, n. 47)). 
  3. Ai fini del computo del  quinquennio  di  cui  al  comma  2,  si
applicano le disposizioni contenute nell'articolo 3 del  decreto  del
Presidente della Repubblica 31 dicembre 1971, n. 1432,  e  successive
modificazioni ed integrazioni.