DECRETO LEGISLATIVO 29 giugno 1996, n. 367

Disposizioni per la trasformazione degli enti che operano nel settore musicale in fondazioni di diritto privato.

note: Entrata in vigore del decreto: 26-7-1996 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2021)
Testo in vigore dal: 1-7-2010
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 23.
                           Corpi artistici
  1. Il personale dipendente della fondazione puo' svolgere attivita'
di  lavoro  autonomo  per  prestazioni  di  alto  valore  artistico e
professionale,  con l'autorizzazione del consiglio di amministrazione
delle  fondazioni,  e  sempre  che  cio'  non pregiudichi le esigenze
produttive della fondazione.
  2.  I  corpi  artistici  possono costituirsi in forma organizzativa
autonoma,   se   cio'   non   pregiudica   il   regolare  svolgimento
dell'attivita'  della fondazione, previa autorizzazione del consiglio
di amministrazione, ed in presenza di espliciti impegni in ordine:
    a)  al  mantenimento  del rapporto di lavoro con la fondazione da
parte  di tutti i componenti del corpo artistico e all'indicazione di
tale  appartenenza  in  occasione  delle  manifestazioni cui il corpo
organizzato  partecipa,  salvo  che la costituzione in forma autonoma
non  sia  concordata  in  vista  di  una  consensuale  cessazione del
rapporto di lavoro dipendente;
    b)  alla  tutela  delle  esigenze  organizzative  dell'ente,  con
particolare  riferimento  alla utilizzazione del personale necessario
per assicurare lo svolgimento continuo e programmato dell'attivita';
    c)  al riconoscimento all'ente di vantaggi economici, previamente
concordati,  in  termini  di  cessione  totale  o parziale di diritti
radiofonici   o   televisivi,   o   di   partecipazione  ai  proventi
dell'attivita',  anche in considerazione della utilizzazione del nome
della fondazione. ((13))
  3.  Alle erogazioni liberali in denaro a favore dei corpi artistici
organizzati  si applica la disciplina prevista dagli articoli 13-bis,
comma 1, lettera i), 65, comma 2, lettera c-quinquies), e 110-bis del
testo  unico  delle  imposte  sui  redditi  approvato con decreto del
Presidente  della  Repubblica  22 dicembre 1986, n. 917, e successive
modificazioni.
---------------
AGGIORNAMENTO (13)
  Il  D.L.  30 aprile 2010, n. 64, convertito con modificazioni dalla
L.  29  giugno  2010,  n. 100 ha disposto (con l'art. 3, comma 2) che
"Nell'ambito delle attivita' consentite ai sensi dell'articolo 23 del
decreto   legislativo   29   giugno   1996,   n.  367,  e  successive
modificazioni,  l'impegno  di  cui  alla  lettera  c) del comma 2 del
medesimo  articolo,  assunto da parte dei costituendi corpi artistici
autonomi,  e'  condizione  necessaria  ai fini dell'autorizzazione da
parte  del  consiglio  di  amministrazione, e' riportato nell'atto di
convenzione appositamente stipulato con la fondazione di appartenenza
e  costituisce  oggetto  di  specifica  obbligazione  con  effetti di
clausola  risolutiva  espressa  dell'atto  di  convenzione,  ai sensi
dell'articolo 1456 del codice civile."