DECRETO LEGISLATIVO 16 aprile 1994, n. 297

Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 3-4-2007
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 193. 
Scrutini  finali  di  promozione,  esami  di   idoneita'   ed   esami
                             integrativi 
 
  1. I voti di profitto e di condotta degli  alunni,  ai  fini  della
promozione alle classi successive alla  prima,  sono  deliberati  dal
consiglio di classe al termine delle lezioni, con  la  sola  presenza
dei docenti. La promozione  e'  conferita  agli  alunni  che  abbiano
ottenuto voto non inferiore ai sei decimi in ciascuna disciplina o in
ciascun gruppo di discipline. Gli  studenti  che,  al  termine  delle
lezioni, a giudizio  del  consiglio  di  classe  non  possono  essere
valutati, per malattia o trasferimento della famiglia, sono ammessi a
sostenere,  prima  dell'inizio  delle  lezioni  dell'anno  scolastico
successivo, prove suppletive che si concludono  con  un  giudizio  di
ammissione o non ammissione alla classe successiva. 
  2. L'ammissione agli esami di idoneita', di cui  all'articolo  192,
e' subordinata all'avvenuto conseguimento,  da  parte  dei  candidati
privatisti, della licenza della scuola media tanti anni prima  quanti
ne occorrono  per  il  corso  normale  degli  studi.  Ai  fini  della
partecipazione agli esami di idoneita' sono  equiparati  ai  suddetti
candidati privatisti, coloro che, prima del  15  marzo,  cessino  dal
frequentare l'istituto o  scuola  statale,  pareggiata  o  legalmente
riconosciuta. Supera gli esami di idoneita' chi abbia  conseguito  in
ciascuna delle prove scritte ed in quella orale voto non inferiore ai
sei decimi. 
  3. Sono dispensati dall'obbligo dell'intervallo  dal  conseguimento
della licenza di scuola media i candidati  che  abbiano  compiuto  il
diciottesimo anno di eta' il  giorno  precedente  quello  dell'inizio
delle prove scritte degli esami di idoneita'; coloro  che,  nell'anno
in corso, abbiano compiuto o compiano il ventitreesimo anno  di  eta'
sono altresi' dispensati dalla presentazione di qualsiasi  titolo  di
studio inferiore. Tale eta' e' abbassata a ventun anni per gli  esami
di idoneita' nelle scuole magistrali. 
  4. Gli esami di idoneita' di cui  all'articolo  192,  comma  1,  si
svolgono in un'unica sessione estiva. 
  5. Gli esami integrativi, di cui  all'articolo  192,  comma  2,  si
svolgono in un'unica sessione speciale, che deve aver  termine  prima
dell'inizio delle lezioni. (42) ((42a)) 
 
    
-------------

    
AGGIORNAMENTO (42)
Il D.Lgs 17 ottobre 2005, n. 226 ha disposto (con l'art. 31,  comma
2) che le disposizioni del presente articolo continuano ad applicarsi
limitatamente  alle  classi  di  istituti  e  scuole  di   istruzione
secondaria  superiore  ancora  funzionanti  secondo   il   precedente
ordinamento, ed agli alunni ad  essi  iscritti,  e  sono  abrogate  a
decorrere dall'anno scolastico  successivo  al  completo  esaurimento
delle predette classi.
    



    
    
---------------



    
AGGIORNAMENTO (42a) 
  Il D.L. 31 gennaio 2007, n. 7, convertito, con modificazioni  dalla
L. 2 aprile 2007, n. 40 nel modificare l'art. 31, comma 2  del  D.Lgs
17 ottobre 2005, n. 226 ha disposto (con l'art. 2, comma  8-ter)  che
"Dalle abrogazioni previste dall'articolo 31, comma  2,  del  decreto
legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, sono escluse le disposizioni del
testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, che
fanno riferimento agli istituti tecnici e professionali."