DECRETO LEGISLATIVO 1 settembre 1993, n. 385

Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/1/1994. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/12/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 29-9-2022
aggiornamenti all'articolo
                            Art. 126-bis 
                (Disposizioni di carattere generale) 
  1. Il presente capo si  applica  ai  contratti  quadro  relativi  a
servizi di pagamento e alle operazioni di pagamento, anche se  queste
non rientrano in un contratto quadro, quando i servizi  sono  offerti
sul territorio della Repubblica. 
  2. Ai fini del presente capo, per servizi di pagamento  si  intende
anche l'emissione di moneta elettronica. Allo  Stato  italiano,  agli
altri  Stati  comunitari,  alle  pubbliche  amministrazioni  statali,
regionali e locali, che,  agendo  in  veste  di  pubblica  autorita',
emettono  moneta  elettronica,   si   applica   soltanto   l'articolo
126-novies. 
  3. In deroga all'articolo 127, comma 1, le parti possono accordarsi
nel senso che le previsioni  del  presente  capo  non  si  applicano,
interamente o parzialmente, se l'utilizzatore di servizi di pagamento
non e' un consumatore, ne' una micro-impresa.  Resta  fermo  in  ogni
caso  quanto  stabilito  dal  ((regolamento  (UE)  2015/751   e   dal
regolamento (UE) 2021/1230)). 
  4. Spetta al prestatore dei  servizi  di  pagamento  l'onere  della
prova di aver correttamente  adempiuto  agli  obblighi  previsti  dal
presente capo. 
  5. La Banca d'Italia adotta i provvedimenti previsti  dal  presente
capo avendo riguardo, per i servizi di pagamento  regolati  in  conto
corrente o commercializzati unitamente  a  un  conto  corrente,  alle
disposizioni previste ai sensi del capo I. 
  6. Nell'esercizio dei poteri regolamentari  previsti  dal  presente
capo,  la  Banca  d'Italia  tiene  conto  anche  della  finalita'  di
garantire un adeguato livello  di  affidabilita'  ed  efficienza  dei
servizi di pagamento.