DECRETO LEGISLATIVO 1 settembre 1993, n. 385

Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/1/1994. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 30/04/2022)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 1-1-2018
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 12 
        Obbligazioni e titoli di deposito emessi dalle banche 
 
  1. Le banche,  in  qualunque  forma  costituite,  possono  emettere
obbligazioni, anche convertibili, nominative o al portatore. 
  2. COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 23 LUGLIO 1996, N. 415. (5) 
  3. L'emissione delle obbligazioni non convertibili  o  convertibili
in titoli di altre societa' e' deliberata dall'organo amministrativo;
non si applicano gli articoli 2410, 2412, 2413, 2414, primo comma, n.
3, 2414-bis, 2415, 2416, 2417, 2418 e 2419 del codice civile. 
  4. Alle obbligazioni convertibili in azioni proprie si applicano le
norme del codice civile, eccetto l'articolo 2412. 
  4-bis. I commi 3 e 4 si applicano anche agli  strumenti  finanziari
assoggettati alla disciplina delle obbligazioni prevista  dal  codice
civile ((, inclusi gli strumenti di debito chirografario  di  secondo
livello di cui all'articolo 12-bis)). 
  5. La Banca d'Italia disciplina l'emissione da parte  delle  banche
delle obbligazioni non convertibili o convertibili in titoli di altre
societa'   nonche'   degli   strumenti   finanziari   diversi   dalle
partecipazioni. 
  6. Le banche possono emettere titoli di deposito  nominativi  o  al
portatore. La Banca  d'Italia  puo'  disciplinarne  le  modalita'  di
emissione. 
  7. La Banca d'Italia disciplina le emissioni da parte delle  banche
di prestiti  subordinati,  irredimibili  ovvero  rimborsabili  previa
autorizzazione della medesima Banca d'Italia. Tali emissioni  possono
avvenire anche sotto forma di obbligazioni o di titoli di deposito. 
----------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  Il D.Lgs. 23 luglio 1996, n. 415 ha disposto (con l'art. 64,  comma
4, lettera a)) che "a)  il  comma  2  e'  abrogato,  ma  continua  ad
applicarsi fino alla data indicata nell'autorizzazione  all'esercizio
del mercato regolamentato previsto dall'articolo 56  nel  quale  sono
negoziate le obbligazioni bancarie;[...]".