DECRETO LEGISLATIVO 3 febbraio 1993, n. 29

Razionalizzazione della organizzazione delle Amministrazioni pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico impiego, a norma dell'articolo 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421.

note: Entrata in vigore del decreto: 21-2-1993 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/05/2002)
Testo in vigore dal: 21-2-1993
al: 12-1-1994
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6. 
             Individuazione di uffici e piante organiche 
  1.  Nelle  amministrazioni  dello  Stato,  anche   ad   ordinamento
autonomo,  l'individuazione  degli  uffici  di  livello  dirigenziale
generale e delle relative funzioni e' disposta  mediante  regolamento
governativo, su proposta del Ministro  competente,  d'intesa  con  la
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento  della  funzione
pubblica e con il Ministro del tesoro. L'individuazione degli  uffici
corrispondenti  ad  altro  livello  dirigenziale  e  delle   relative
funzioni  e'  disposta  con   regolamento   adottato   dal   Ministro
competente, d'intesa con il Presidente del Consiglio dei  Ministri  e
con il Ministro  del  tesoro,  su  proposta  del  dirigente  generale
competente. 
  2. Il parere del Consiglio di Stato sugli schemi di regolamento  di
cui al comma 1 e' reso entro  trenta  giorni  dalla  ricezione  della
richiesta. Decorso tale termine, il regolamento puo' comunque  essere
adottato. 
  3. Nelle amministrazioni di cui al comma 1,  la  consistenza  delle
piante  organiche  e'  approvata  con  decreto  del  Presidente   del
Consiglio  dei  Ministri,  su  proposta  del   Ministro   competente,
formulata d'intesa con il Ministero del tesoro e con il  Dipartimento
della funzione  pubblica,  previa  informazione  alle  organizzazioni
sindacali maggiormente rappresentative sul piano  nazionale.  Qualora
la  definizione  delle  piante  organiche  comporti  maggiori   oneri
finanziari, si provvede con legge.