DECRETO LEGISLATIVO 27 settembre 1991, n. 311

((Attuazione delle direttive 87/404/CEE e successive modifiche in materia di recipienti semplici a pressione, nonche' della direttiva 2014/29/UE del 26 febbraio 2014, concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di recipienti semplici a pressione (rifusione) che dispone l'abrogazione della direttiva 2009/105/CE in cui quelle precedenti sono state codificate.))

note: Entrata in vigore del decreto: 5-10-1991 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/05/2016)
Testo in vigore dal: 26-5-2016
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 15. 
                           S a n z i o n i 
  1. Salvo che il fatto costituisca piu' grave reato, il fabbricante,
o il suo mandatario, che appone  il  marcatura  CE  indebitamente  e'
punito con l'arresto fino a  sei  mesi  e  con  l'ammenda  ((da  euro
duemilaseicento a euro quindicimilaseicento)). 
  2. Chiunque appone sui recipienti marchi o iscrizioni  che  possano
creare confusione col marcatura CE ((o  commette  le  violazioni  del
presente decreto legislativo indicate come  non  conformita'  formali
all'articolo 14-quinquies))e' punito con una sanzione  amministrativa
pecuniaria  consistente  nel  pagamento  di  una  somma   ((da   euro
duemilaseicento a euro diecimilaquattrocento)), salvo  che  il  fatto
costituisca reato. 
  3. Chiunque immetta sul mercato recipienti mancanti di  ((marcatura
CE)) e delle iscrizioni previste ((dall'allegato III, punto 1, quando
tale non conformita' permane anche dopo il termine  di  conformazione
indicato dall'autorita' competente)), e' punito  con  l'ammenda  ((da
euro duemilaseicento a euro diecimilaquattrocento)).