DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 1948, n. 486

Aumento del diritti spettanti alle cancellerie e alle segreterie giudiziarie.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 25/06/2008)
Testo in vigore dal: 22-5-1948
al: 21-12-2008
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'art. 4 del decreto-legge luogotenenziale 25 giugno 1944, n.
151, con le modificazioni ad esso apportate dall'art. 3, comma primo,
del decreto legislativo luogotenenziale 16 marzo 1946, n. 98;
  Viste le disposizioni transitorie I e XV della Costituzione;
  Visto l'art. 87, comma quinto, della Costituzione;
  Sulla  proposta del Guardasigilli, Ministro Segretario di Stato per
la grazia e giustizia, di concerto col Ministro per il tesoro;

                              PROMULGA

  il  seguente  decreto  legislativo,  approvato  dal  Consiglio  dei
Ministri con deliberazione del 7 aprile 1948:
                               Art. 1.

  Gli  uffici  delle  cancellerie e delle segreterie giudiziarie sono
autorizzati a percepire i diritti stabiliti nella tabella allegata al
presente decreto.
  Tutti  i  diritti, previsti nella tabella stessa, sono ridotti alla
meta'  nelle  controversie  in  materia di previdenza e di assistenza
obbligatorie   e   per   quelle   del   lavoro  superiori  alle  lire
cinquantamila.
  Nessun  diritto e' dovuto per gli atti e i certificati di qualunque
genere,  rilasciati  a  richiesta  dell'esattore  per ragioni del suo
ufficio.